Piano per gli impianti sportivi il restyling sarà in sette mosse

Martedì 7 Luglio 2020
IL RILANCIO
MACERATA Progetti approvati dal Coni, documentazione inviata al Credito sportivo per ottenere nel breve periodo i mutui che finanzieranno 7 interventi di manutenzione di impianti sportivi della città per un ammontare complessivo di 640mila euro. Campo della Pace, edificio in via Batà da adibire a sede per gli arbitri di calcio, campi da tennis di via dei Velini, campo da baseball, circolo sociale I Pini, bocciofila di Piediripa e campo da basket e volley di Corneto saranno i siti interessati da lavori che porteranno riqualificare e modernizzare queste strutture in un arco temporale anche piuttosto breve.
Gli interventi
Gli interventi sono inseriti nel programma delle opere pubbliche 2020/2022, e rientrano nella manutenzione straordinaria e adeguamento normativo degli impianti sportivi per l'importo complessivo nel triennio di 600mila euro, distinti in 200mila euro per ciascuna annualità. «Tutti questi progetti sono stati approvati dal Coni esordisce l'assessore allo Sport, Alferio Canesin- e la pratica di finanziamento è stata trasmessa al Credito sportivo che la sta valutando proprio in questi giorni e contiamo che nel giro di una quindicina di giorni ci sia il via libera per accendere i mutui necessari. Sono due distinte le pratiche di finanziamento che abbiamo inoltrato al Credito sportivo: la prima è di 430mila euro e riguarda i lavori di ristrutturazione del campo sportivo della Pace e 210mila euro per i restanti sei interventi che sono stati deliberati nei giorni scorsi dall'amministrazione comunale».
Gli interventi
La progettazione esecutiva di sei interventi di manutenzione straordinaria riguarda impianti comunali che sono disseminati su varie aree del capoluogo. Si parte dall'edificio in via Batà che dovrà essere adibito a sede per gli arbitri di calcio, nel quale sono previsti lavori di miglioramento energetico, di realizzazione di un nuovo servizio igienico e di rifacimento dei pavimenti per un importo previsto di 35mila euro. Un secondo intervento riguarderà i campi da tennis di via dei Velini, dove occorre rinforzare i montanti in legno lamellare che sostengono la vetrata a sud dei campi coperti dove è stata prevista una spesa di 20mila euro. Importante l'intervento da effettuare sul campo da baseball, che necessita della sistemazione della porzione di campo in terra rossa e del potenziamento della struttura ricettiva e di accoglienza del pubblico e della parte tecnica degli staff di classificatori, comitati tecnici e stampa, in ragione del fatto che presso questo impianto saranno disputate partite del campionato di serie A1 che prenderà il via questo fine settimana. Stanziati 50 mila euro per il diamante di via Cioci. Previsti lavori anche presso il circolo sociale I Pini, in adiacenza al quale si prevede la realizzazione di nuovi locali che avranno un costo di 45 mila euro. Il quinto intervento riguarderà la bocciofila di Piediripa, presso la quale è necessario sostituire il manto di copertura del fabbricato, in quanto realizzato con lastre in fibrocemento, rifare l'impermeabilizzazione di una porzione del tetto piano sopra ai bagni e di parte dell'intonaco esterno, nonché provvedere alla tinteggiatura esterna per un impegno di spesa di 20 mila euro.
Il campo
L'ultimo intervento, ma solo in ordine di elencazione, pone nel mirino il campo da basket e volley di Corneto, per il quale si prevede il rifacimento del fondo coinvolgendo street artist o illustratori di fama nazionale per ottenere una pavimentazione sportiva polivalente, creando spazi di colore e di arte fuori dal convenzionale per essere circondati dalla creatività anche mentre si pratica sport all'aperto. A disposizione 40 mila euro per queste opere. Per questi sei interventi 200mila euro sono stati conteggiati all'esercizio corrente del bilancio ed i restanti 10mila euro nell'esercizio 2021. «Una volta che avremo il via libera dal Credito sportivo conclude l'assessore Alferio Canesin- nel giro di una settimana contiamo di assegnare i lavori in quanto le cifre per i sei interventi sono piuttosto contenute e consentono di evitare grandi gare (ndr. necessaria invece per il campo della Pace) e di appaltare queste opere in tempi molto rapidi. Ed anche di realizzarle in pochi mesi visto che le ditte nel post Covid 19 non si fermeranno e lavoreranno anche in estate, salvo magari una piccola pausa ferragostana».
Mauro Giustozzi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA