«Per l'intervalliva lavori a inizio 2022 Strada a due corsie»

Domenica 13 Giugno 2021
LE INFRASTRUTTURE
MACERATA Grandi infrastrutture viarie per togliere dall'isolamento Macerata. Tre progetti di enorme rilevanza a cui si aggiunge quello sulla val Potenza i cui contorni sono però ancora tutti da definire. Il Comune di Macerata accelera su via Mattei-la Pieve, con avvio dei cantieri ad inizio 2022, eliminazione del passaggio a livello di via Roma dove nel giro di qualche giorno dovrebbero giungere importanti conferme al progetto in discussione ed infine la bretella trasversale che collegherà la zona del cimitero al vecchio percorso della strada nord di Longarini a beneficio del quartiere Pace.
Le opere
Una serie di grandi opere pubbliche destinate ad interessare il capoluogo nei prossimi anni cambiandone il volto una volta realizzate. La madre di tutti i progetti è senz'altro l'intervalliva via Mattei-la Pieve, strategica anche in vista della costruzione del nuovo ospedale provinciale. L'opera, del valore complessivo di 43 milioni di euro, è stata approvata dal Cipe per 34 milioni di euro ai quali si aggiunge il cofinanziamento degli enti territoriali per 9 milioni di euro. «La Quadrilatero ha fatto il progetto preliminare che si avvicina molto all'esecutivo afferma Andrea Marchiori, assessore comunale ai Lavori pubblici-. Ci è stata chiesta un'interlocuzione che come Comune abbiamo fatto, con dei suggerimenti migliorativi che sono stati accolti. La pratica è ripassata alla Commissione ministeriale ambiente e dopo si passerà al progetto esecutivo con aspettativa di avviare i lavori ad inizio 2022. L'Anas vuole cantierare l'intera opera con cinque basi, la prima a Campogiano e poi a seguire fino all'ultimo allaccio in via Mattei».
Il cronoprogramma
Il cronoprogramma «prevede 121 settimane per circa 850 giorni lavorativi. La cosa interessante è che non si andrà avanti a stralci ma l'intervento sarà complessivo dall'inizio alla fine del tracciato previsto. Si tratta di un'opera che terrà conto anche dell'esistente: faccio l'esempio della gabbetta che dal passaggio a livello di via Roma arriva a Fontescodella che sarà salvaguardata dal tracciato della nuova strada». Nel dettaglio, l'intervalliva sarà lunga circa 3 km e si innesterà sulla strada statale 77 della Val di Chienti nel comune di Corridonia, tramite un nuovo svincolo a Campogiano. L'allaccio funzionale a Macerata sarà garantito da un collegamento di 1,8 km tra la strada comunale della Pieve e via Mattei, compreso un innesto a rotatoria con la strada provinciale 77. La strada sarà costituita da due corsie, una per senso di marcia, e due banchine laterali, per una larghezza complessiva della carreggiata pari a 10,5 metri».
Il passaggio
Altra opera tanto attesa dai maceratesi è l'eliminazione del passaggio a livello di Collevario. L'amministrazione Parcaroli sta lavorando intensamente sul progetto che potrebbe avviarsi in tempi ravvicinati. «Ci lavoriamo sodo, in sinergia con Rfi e Regione Marche. sottolinea Andrea Marchiori- Siamo prossimi alla definizione del progetto elaborato dai nostri uffici e apprezzato dagli altri enti coinvolti. A giorni ci saranno novità importanti». Il progetto allo studio prevede l'abbassamento della rotatoria, la realizzazione di un sottopasso un po' più spostato verso Collevario rispetto all'attuale attraversamento. Sottopasso da cinque metri di altezza per consentire la circolazione a mezzi pesanti e carichi eccezionali e spostamento dell'attraversamento verso il quartiere per evitare che nella fase dei lavori si debba chiudere la strada al traffico, cosa che sarebbe invece obbligata se si utilizzasse il passaggio a livello. Costo dell'opera che si dovrebbe aggirare attorno ai 3 milioni di euro a carico di Regione, Comune e Rfi.
La viabilità
«Sui 10 milioni che la Regione Marche ha indirizzato sulla viabilità della val Potenza non posso aggiungere più di quello che è stato detto dall'assessore Baldelli sottolinea Marchiori- in quanto attendiamo che sia specificato per quali tratti saranno usate quelle risorse. Certo rilevo positivo l'impegno di spesa per la viabilità della val Potenza». Un intervento che avrà tempi più lunghi è quello che il Comune prevede per il quartiere Pace, nell'ambito della ricostruzione post sisma di diversi edifici: attraverso il bando previsto dal decreto 395 del novembre 2020 Programma innovativo nazionale per la qualità dell'abitare' il primo progetto su cui l'amministrazione sta puntando prevede la realizzazione di una bretella trasversale che tagliando a metà la strada di crinale della Pace, collegherà il quartiere sia ad est che ad ovest, sgravando l'attuale incrocio di piazza Nazario Sauro.
Mauro Giustozzi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA