L'amarezza della sorella di Elisa: «Quelle scuse non erano sentite»

LE REAZIONIMACERATA «Possiamo dire che potrebbe anche andar bene, tanto mio figlio e la sua compagna non ce li abbiamo più. O 10 anni o 12 penso che non sarebbe cambiato tanto. Il processo è stato fatto abbastanza in fretta e, che devo dire, che mio figlio non c'è più. Il dolore è tanto. Non ho tante cose da dichiarare perché non ho mai parlato davanti ai microfoni, poi mi fate commuovere», ha commentato fuori dal palazzo di giustizia Settimio Carotti il papà di Giancarlo. Poi ha aggiunto: «Speriamo che il sacrificio di mio figlio e...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Aprile 2019, 05:04 - Ultimo aggiornamento: 05:04