Divieti per pulire le mura insorgono i commercianti

Giovedì 18 Aprile 2019
LA POLEMICA
MACERATA Dentro l'uovo di Pasqua i commercianti del centro storico hanno trovato la sorpresa di vedere sospesi per tre giorni, da oggi al 20 aprile, tutti i parcheggi a raso, sia a pagamento che con disco orario, che si trovano lungo viale Trieste, le cosiddette mura da sole. Da ieri sono comparsi numerosi cartelli di divieto di sosta che vanno da Porta Convitto sino allo Sferisterio che indicano come dal 18 aprile, cioé da oggi, dalle ore 12 alle 19 e domani e il 20 aprile dalle ore 7 alle 19, in questa zona di parcheggio veicoli che comprende una sezione a disco orario, un'altra libera e gratuita e infine quella a pagamento nei pressi del nuovo punto di ricarica per veicoli elettrici, non sarà possibile sostare.
La concomitanza
Guarda caso nei giorni imminenti la festività pasquale dove, si prevede e si ipotizza, ci potrebbe essere una presenza più numerosa di cittadini in centro storico per effettuare qualche acquisto proprio in vista della festività di domenica prossima. Insomma ai commercianti questo è sembrato un brutto colpo inferto dall'amministrazione comunale ai propri danni: dopo il ritorno alla chiusura del centro storico avvenuta nelle passate settimane questo divieto di sosta proprio nell'immediata vigilia della festività pasquali in viale Trieste non è stato affatto digerito ed ha dato la stura a molte polemiche vista la tempistica dell'intervento. Non si poteva anticipare o al limite posticipare la pulizia delle mura dall'erba che ogni anno li attecchisce evitando di farlo in concomitanza con la Pasqua?
L'interrogativo
Questo l'interrogativo che ieri mattina serpeggiava in centro e che abbiamo voluto girare all'assessore comunale a manutenzioni e riqualificazioni Narciso Ricotta che ha seguito direttamente la questione della pulizia delle mura urbane. «Avremmo voluto anticipare questa operazione di pulizia dalle erbacce delle mura della città ha sottolineato Ricotta- ma fino a pochi giorni fa è piovuto e non era possibile intervenire se non quando il meteo si fosse ristabilito. La tempistica dell'intervento è anche legata al fatto di poter mostrare il volto di una Macerata pulita e accogliente ai turisti che arriveranno in città per la Pasqua ma anche per le successive e ravvicinate festività del 25 aprile e 1° maggio. Voglio ribadire che la modalità con cui verranno effettuati i lavori di ripulitura delle mura non vieterà per tutti e tre i giorni di sostare in viale Trieste. Infatti mano a mano che gli operai della ditta incaricata avranno ripulito il tratto di mura infestato dalle erbacce, e si sposteranno più avanti in direzione Sferisterio, quei posti auto in corrispondenza del lavoro già svolto torneranno ad essere utilizzabili immediatamente da chi vuole parcheggiare lì. E quindi non ci saranno disagi neppure per coloro che vorranno recarsi in centro per fare gli ultimi acquisti pre pasquali». Sulla manutenzione del verde in questo 2019 più attenzione sarà data a cimitero, scuole e aree verdi pubbliche con un incremento, quasi raddoppio, delle risorse previste nel piano di manutenzione del verde cittadino per il prossimo biennio. Nell'arco di un anno i tagli dell'erba a disposizione sono 5 su tutte le aree cittadine e altrettanti quelli riservati ai giochi per i bambini.
La manutenzione
Da quest'anno c'è stato un innalzamento degli interventi che saranno effettuati presso il cimitero: per questo luogo sono 8 gli interventi di manutenzione del verde spalmati durante l'anno. Per questa manutenzione e cura del verde pubblico l'amministrazione ha stanziato per il biennio 2019-20 ben 303.784 mila euro. Oltre a ciò c'è poi tutto l'aspetto legato alla restante parte della manutenzione che concerne altri siti cittadini, le scarpate, il verde che costeggia le strade comunali che deve essere curato. Sotto questo aspetto sono state svolte gare di appalto per la pulizia e la manutenzione del verde. La città è stata divisa in tre zone: sempre per il prossimo biennio sono stati stanziati per il lotto 1 che riguarda la parte sud-ovest di Macerata 72.424,30 euro, per il lotto 2 dell'area nord-nord ovest della città 74.393,00 euro e per il terzo lotto, settore sud-sud est, 71.765,10 euro.
Mauro Giustozzi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA