Al via il Super Green pass «Sugli autobus 101 controlli Verifiche su un tampone»

Martedì 7 Dicembre 2021

LA STRETTA
MACERATA Nel primo giorno di entrata in vigore del Super Green pass, i controlli a campione sui mezzi di trasporto locali, dove basta avere il Green pass base che si ottiene con il vaccino anti Covid, la guarigione dalla malattia, ma anche con un semplice tampone negativo per salire sugli autobus, si sono svolti con discrezione e collaborazione tra addetti delle ditte di trasporto e viaggiatori. Le stesse forze dell'ordine hanno informato studenti e lavoratori che utilizzano il bus per i loro spostamenti in provincia.
La situazione
Non si segnalano proteste o multe elevate ai trasgressori: chi non aveva il Green pass in regola ha preferito non salire sul bus e utilizzare mezzi privati per spostarsi. «Abbiamo effettuato il servizio particolarmente sui trasporti urbani Apm - afferma Danilo Doria, comandante della polizia locale di Macerata - che ha visto 101 persone controllate, tra maggiorenni e minorenni, tutti trovati in regola e quindi nessuna sanzione è stata elevata. C'è una verifica in corso per una persona straniera, americana, che aveva effettuato un tampone per valutarne la regolarità. Il servizio è stato effettuato con due pattuglie che si sono alternate mattino e pomeriggio ed in questa prima giornata ci siamo concentrati particolarmente sul trasporto locale. Il bilancio è stato certamente positivo per la quantità di verifiche effettuate: nei prossimi giorni rivolgeremo attenzione a controlli anche in bar e ristoranti». Il presidente dell'Apm, Gianluca Micucci Cecchi, conferma l'estrema collaborazione creatasi con la polizia locale per affrontare i controlli sui bus urbani del super Green pass. «Per verificare se c'è stato un minor flusso di viaggiatori per l'adozione della nuova carta verde dice - dovremo attendere qualche giorno ma le prime sensazioni che abbiamo è che non ci sia stato un calo significativo di utenza e soprattutto non si sono verificate criticità in questa giornata di avvio del Super Green pass grazie all'ottimo lavoro svolto sia dagli agenti della polizia locale nelle verifiche a campione svolte sui viaggiatori che da parte degli operatori della logistica Apm che hanno lavorato in stretta sinergia con la polizia locale. Non nascondo che qualche preoccupazione per questa giornata c'era, però tutto è andato per il meglio: per fare un bilancio sui flussi dell'utenza però dobbiamo aspettare almeno una settimana per avere dati indicativi in merito». Anche da parte della Contram, che opera a livello di trasporto provinciale, non vengono segnali particolari problemi sui bus extraurbani, con le verifiche a campione che sono state affidate ad un gruppo di sette unità di operatori che si sono alternati sulle varie linee di trasporto. «Come previsto abbiamo svolto i controlli prevalentemente a bordo dei mezzi afferma il direttore della Contram, Stefano Belardinelli - e non abbiamo rilevato casi di irregolarità o violazione della norma. C'è stato il caso di un ragazzo che prima di salire a bordo di un bus ha preferito allontanarsi da solo perché sprovvisto di Green pass: non sono emersi casi particolarmente critici. E' chiaro che il nostro compito era quello di effettuare verifiche a campione, non tocca a noi sanzionare chi viola la norma ma ai pubblici ufficiali. A bordo dei mezzi c'è stata molta collaborazione e disponibilità nelle verifiche, sia da parte degli studenti che degli altri utenti, nessun momento di tensione. Qualche viaggiatore in meno potrebbe esserci stato oggi (ndr. ieri): noi abbiamo stimato anche un possibile calo tra 10 e 15% di utenza che però è da verificare sul lungo periodo se sarà reale».
Mauro Giustozzi
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA