Strage di ragazzi, morta una ventenne

Lunedì 11 Ottobre 2021 di Marco Cusumano
Strage di ragazzi, morta una ventenne

 Ancora una giovane vita spezzata a causa di un incidente stradale. Si tratta della quinta vittima sulle strade pontine nell'ultimo mese e, anche stavolta, è una ragazza giovanissima ad aver perso la vita, Monica Donnarumma di appena 20 anni. L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio sulla Migliara 53 nel territorio di Pontinia. Secondo la prima ricostruzione, affidata ai carabinieri che sono intervenuti per i rilievi, la ragazza ha perso il controllo dell'auto sulla quale viaggiava insieme a un giovane di 27 anni. Per cause in fase di accertamento la Volkswagen blu è finita fuori strada, nel canale che costeggia la corsia opposta rispetto a quella di marcia. Sfortunatamente proprio in quel punto c'è un muretto di pietra contro il quale l'auto si è schiantata. L'impatto è stato fatale per la 20enne che si trovava alla guida dell'auto.
Sono intervenuti i soccorritori del 118 con un'autoambulanza da Pontinia, i carabinieri di Sabaudia e i vigili del fuoco. Purtroppo per la giovane alla guida della vettura non c'era più nulla da fare, mentre il ragazzo che era seduto accanto a lei è stato trasportato in codice rosso, con il supporto dell'eliambulanza, all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Il giovane, un 27enne di Terracina, è ricoverato in condizioni serie.


Gli ultimi giorni sono stati particolarmente drammatici dal punto di vista della sicurezza stradale, con una sequela inquietante di incidenti dall'esito fatale. Appena due giorni fa c'è stato un appello del vice questore della Polizia Stradale, Gian Luca Porroni, alla luce degli ultimi episodi drammatici. «Ricominceremo a breve i nostri incontri nelle scuole: i ragazzi sono spugne e spesso ci raccontano che sgridano i genitori quando commettono qualche imprudenza come guardare il cellulare mentre guidano ha detto il comandante Perché infatti sono le distrazioni la maggiore causa di incidente, insieme all'alta velocità. Il nostro invito è alla prudenza perché, sebbene ci sia stato un decremento del numero dei morti per incidenti stradali, continuano ad esserci e le persone restano coinvolte in incidenti gravissimi, subendone poi le conseguenze anche per gli anni successivi».
Tra gli ultimi gravi episodi l'incidente sulla Frosinone-Mare tra due moto lo scorso 19 settembre (tre morti) e la carambola sulla Pontina, nel territorio di Aprilia, che ha provocato la morte di due neo diciottenni originari del litorale romano. L'appello della Stradale è per «rispettare il codice della strada, i limiti di velocità, osservare particolare attenzione quando ci sono condizioni meteo avverse, usare le cinture di sicurezza (che preservano da danni in caso di incidente e anche degli airbag in caso di apertura), agganciare i bambini ai seggiolini, non farsi distrarre dall'uso dei cellulari».
Marco Cusumano
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 10:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA