Volontari alla Protezione civile Giovani in campo per i vaccini

Mercoledì 20 Ottobre 2021

L'IMPEGNO
FERMO Rebecca Sandroni ha 24 anni. È di Fermo e frequenta corsi di vivaismo e floricultura. È fermana anche l'universitaria Benedetta Recchioni che di anni ne ha 20. Di Fermo pure Alberto Capriotti, ventiquattrenne prossimo alla laurea magistrale in Scienze ambientali e Protezione civile. Il ventunenne Daniele Gironacci, invece, è di Magliano di Tenna ed è diplomato all'Ipsia.
L'esperienza
Quattro giovani accomunati da un'esperienza comune: il servizio civile nella Protezione civile di Fermo. Dodici mesi, sette dei quali trascorsi nel centro di viale Trento, ad assistere chi andava a vaccinarsi. Un'esperienza che ha gettato un seme che, adesso, è pronto a germogliare. Terminato il servizio civile, i quattro hanno deciso di iscriversi come volontari al gruppo della Protezione civile fermana. Ieri mattina, Rebecca, Benedetta, Alberto e Daniele sono stati ricevuti in Comune dal sindaco Paolo Calcinaro che, a nome della città, li ha ringraziati per come hanno supportato i cittadini nelle fasi che precedono il vaccino, e dagli assessori alla Protezione civile, Ingrid Luciani, e alle Politiche sociali, Mirco Giampieri. Ad accompagnarli, il referente della Protezione civile, Lorenzo Paniccià, che ha ricordato come i quattro giovani, nell'ultimo anno, abbiamo frequentato continui corsi di formazione con istruttori sia interni sia esterni e coadiutori, per essere sempre aggiornati. Da aprile ad oggi, sono state più di seicento le presenze della Protezione civile nel centro vaccinale. Suddivisi in due turni, i volontari hanno dato e continuano a dare informazioni ai cittadini, a guidarli nei percorsi di accesso e ad assisterli nel compilare la modulistica necessaria.
L'accordo
Un servizio svolto in collaborazione con i gruppi comunali di Porto San Giorgio, Torre San Patrizio, Monte Urano, Sant'Elpidio a Mare, Porto Sant'Elpidio, Amandola, Magliano di Tenna e Belmonte Piceno, con l'associazione CB Fermo, il comitato Croce Rossa Italiana di Fermo e i volontari dell'Associazione nazionale Carabinieri e dell'Associazione nazionale Polizia di Stato. Assistenza e supporto che proseguiranno finché il centro vaccinale resterà aperto.
fr. pas.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA