Vaccini e tamponi, si stringe Cambia la mappa dei servizi

Mercoledì 8 Dicembre 2021

L'EPIDEMIA
FERMO «Forza, entrate, che fa freddo: devo chiudere la porta». Al centro vaccini di Fermo, in viale Trento, la fila c'è ma scorre, l'attesa supera di poco i 30 minuti e gli addetti si danno da fare. Prenotati e no vengono divisi in stanze diverse, ci sono i moduli diversificati per prima, seconda a terza dose. E tutto fila liscio, nel giorno che precede la festa, anche al centro tamponi del PalaSavelli che lunedì scorso ha provocato disagi e proteste. Stavolta il Comune di Porto San Giorgio ha preso le giuste precauzioni fra nuovi cartelli, transenne, agenti di polizia locale e volontari della Protezione civile. Inoltre in mattinata sono stati effettuati circa 250 tamponi, molti meno rispetto a quelli del giorno prima.
La scelta
Una mobilitazione comunque temporanea, visto che già da venerdì i tamponi verranno effettuati al Fermo Forum di Molini Girola, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12. Il punto servirà, come accade ora, scuole, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, ed effettuerà i test disposti dal dipartimento di prevenzione. Una scelta di cui si era parlato anche in occasione della chiusura del centro di via Leti ma per la quale mancava ancora l'ok di Asur e Regione. Che ora c'è. «Abbiamo cercato di rendere i servizi il più efficienti possibile riducendo al massimo i disagi», commenta Roberto Grinta, direttore dell'Area vasta 4. Al Fermo Forum gli spazi non mancano, i parcheggi sono nati per le fiere. Una novità che si aggiunge a quelle sul fronte dei vaccini. Sono agli sgoccioli i lavori a La Piccola di Porto Sant'Elpidio, nei pressi della stazione ferroviaria, dove il centro vaccini, come comunica il sindaco Nazaremo Franchellucci, aprirà i battenti martedì prossimo.
Il lavoro
Sarà gestito da medici di medicina generale della città ed è già possibile effettuare la prenotazione con una email. In questo caso non sarà possibile essere vaccinati senza prenotare come avviene a Fermo. Le email vanno spedite all'indirizzo vaccini.pse@gmail.com ma si può prenotare anche attraverso il proprio medico che comunicherà poi al paziente giorno e ora in cui recarsi al centro. Dal canto suo l'assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini annuncia un ulteriore ambulatorio vaccinale «per implementare un servizio già efficiente ad Amandola: sarà questo, infatti, il primo utilizzo dello stabile destinato ad attività sanitarie, in piazza Pertini».
L'intesa
Ricorda che «l'edificio, realizzato con i fondi della Protezione civile e passato in comodato d'uso all'Asur, è una struttura strategica per l'entroterra fermano, in particolar modo per le zone colpite dal sisma». Anche in questo caso si parte martedì prossimo: le vaccinazioni, come avviene adesso, verranno effettuate il martedì e il giovedì dalle 8.30 alle 12 e il sabato con i medici di medicina generale con lo stesso orario.
I numeri
Nell'attuale ambulatorio viene effettuata una media di circa 150 vaccinazioni a seduta, e se sarà necessario il servizio verrà implementato anche il martedì e giovedì pomeriggio. A Fermo si proseguirà invece con la Don Dino Mancini che continuerà a essere aperta dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20 e che ora viaggia sulle 800 dosi al giorno.
Domenico Ciarrocchi
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA