Sport, si punta sugli impianti Oltre 1,3 milioni per gli stadi

Sabato 12 Ottobre 2019
IL FOCUS
FERMO Li chiamano luoghi di aggregazione, ma in realtà sono molto di più. Gli impianti sportivi fanno da collante a generazioni di giovani che sui campi d'erba o di terra rossa crescono e imparano a vincere. A quelli che, con caparbia e, bracciata dopo bracciata, arrivano al traguardo. E a tutti gli altri, atleti delle tante discipline che si praticano nel Fermano, per i quali spesso lo sport è molto più di un hobby.
Le condizioni
Di impianti sportivi la provincia è piena. Il problema è che non tutti sono messi benissimo. Se qualche zolla fuori posto o una lampadina fulminata non è un problema insormontabile per le attività dilettantistiche, diverso è il discorso per le categorie professionali. Che impongono precisi criteri da rispettare. Così, l'anno scorso, con la Montegiorgese salita in serie D, lo stadio Tamburrini si è rifatto il look. I lavori, costati 250mila euro, hanno riguardato la realizzazione di nuova tribuna per gli ospiti, della recinzione di sicurezza e delle uscite secondarie per le tifoserie. Anche Porto Sant'Elpidio ha dovuto rimettere mano al suo stadio. Dopo la promozione in D della squadra di casa, sono iniziati gli interventi al Ferranti. Che riguarderanno principalmente il miglioramento delle recinzioni, l'allargamento dei punti di accesso alle tribune e la manutenzione del bagno della squadra ospite. In attesa che lo stadio sia pronto, le partite casalinghe, il Porto Sant'Elpidio le gioca al Villa San Filippo di Monte San Giusto.
L'attenzione
Con la Fermana in Lega Pro, anche il Recchioni ha richiesto attenzioni, costate circa 400mila euro. E tradotte in nuovi bagni e generatori di corrente e in una migliorata illuminazione. Non solo calcio, però. Anche le due piscine comunali della provincia negli ultimi tempi sono state oggetto di restyling. Da poche settimane sono terminati i lavori a quella di Fermo. Ora l'impianto ha nuove vetrate con uscite di sicurezza che rispettano le normative e nuovi infissi realizzati con materiali che garantiscono la massima impermeabilità. La Virtus Buonconvento, che gestisce la piscina, ha anche acquistato uno speciale depuratore per purificare l'acqua. Nel complesso, i lavori sono costati 750mila euro. Dopo due anni di stop, lo scorso settembre ha riaperto i battenti la piscina comunale di Porto Sant'Elpidio. In questo caso sono stati rifatti spogliatoi, tribune e impianti, rinforzate le colonne e realizzata una vasca di compensazione esterna. Particolare attenzione è stata dedicata al tetto, con la realizzazione di una centrale termica e il rinnovamento dell'impianto di areazione. Gli interventi sono costati nel complesso quasi un milione. Il capoluogo e il Comune costiero, di recente, hanno sistemato anche le piste di atletica. Il nuovo manto di quella fermana, rifatto sulle due curve e sul rettilineo del lato ovest, è stato inaugurato a giugno.
L'inaugurazione
Di pochi giorni fa è il taglio del nastro di quella elpidiense. I lavori hanno riguardato il rifacimento del manto nelle zone usurate, la sigillatura delle fessurazioni e la segnatura della pista e della pedana di atletica leggera con una speciale vernice bianca e colorata. C'è poi il discorso della Poderosa. La squadra di basket di Montegranaro che, in casa, gioca al Palasavelli di Porto San Giorgio. La Bombonera veregrense non ha infatti i requisiti necessari per il campionato di A2, in cui milita la squadra. L'impianto ospita, invece, le partite della Sutor.
Francesca Pasquali
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA