LA FESTA
FERMO «Ozio, nient'altro che ozio e solamente ozio. Che si mangi,

Venerdì 21 Febbraio 2020
LA FESTA
FERMO «Ozio, nient'altro che ozio e solamente ozio. Che si mangi, si balli e niente compiti. Che la festa cominci e non abbia mai fine». Parola di Re Carnevale che fino a martedì governeranno le città di Fermo e Porto San Giorgio. Tradizione rispettata ieri mattina a Capodarco, dove i sindaci (c'erano gli assessori Francesco Trasatti ed Elisabetta Baldassarri) hanno abdicato in favore dei sovrani del divertimento.
I protagonisti
Festa per i bambini delle scuole materne e primarie delle due città, davanti al palco allestito nella piazzetta del borgo. Canti, balli e, immancabili, coriandoli e stelle filanti hanno trasformato la mattinata in una festa di colori. Preceduto dalle allegre note della Mabò Band, il corteo mascherato è arrivato in piazza. Sul palco di malavoglia, come da copione la consegna delle chiavi. «Speriamo si comportino meglio dello scorso anno e ci riconsegnino la città come gliel'abbiamo data», ha scherzato Trasatti. «Ci riposiamo per una settimana, che certo non può farci male», ha aggiunto Baldassarri. Soddisfatti, i due Re Carnevale (Luigi Palloni, per Fermo, e Marco Renzi che ha sostituito l'influenzato Roberto Luciani, per Porto San Giorgio) hanno dato il via alla festa. Ai bambini non è sembrato vero. Trenini, balli e poi tutti a rincorrere i grossi palloncini lanciati dal palco. Dove hanno tenuto banco il burbero Mengone Torcicolli (Mirco Abbruzzetti) e la giovane e bella moglie Lisetta (Venusia Morena Zampaloni), tradizionali maschere del Carnevale fermano.
La settimana
Di fronte, su un palco più piccolo, il pennuto Cucà (Emanuela Capizzi), maschera sangiorgese riscoperta l'anno scorso, e la perfida Regina Quaresima (Beatrice Bellabarba) che mercoledì chiuderà la settimana di divertimento. Fino ad allora, però, e Baraonda sia. Oggi pomeriggio musica sugli autobus della linea Fermo-Porto San Giorgio. Domani a Fermo, alle 10.30 nell'orto urbano di Legambiente, spazio al Gran teatro di Mengone Torcicolli, con le marionette a filo di Steven Bocchetto e Roberta Cipolloni e le voci di Mirco Abbruzzetti e Paolo Rocchi. Alle 16 doppia festa in maschera, nell'ex mattatoio di via Corsica e nella palestra della chiesa di San Giuseppe a Marina Palmense. Alle 20.30 toccherà alla palestra del Tirassegno e alle 21 all'hotel Astoria con il Carnevale anni 50. Domenica il centro di Fermo farà da cornice alla 31esima edizione del Regno di Re Carnevale. Undici i gruppi mascherati che da viale XX Settembre arriveranno in piazza. Lì le contrade si sfideranno nel Palio di Carnevale. Alle 18 premiazione dei gruppi mascherati più belli e consegna del Mengone d'Oro. Lunedì, dalle 16.30 a Porto San Giorgio, festa al centro ricreativo Don Bosco. Alle 22, a Fermo, Carnival Party al Soul Kitchen. Gran finale martedì con la 23esima edizione del Carnevale di San Giorgio. Il corteo di gruppi mascherati partirà alle 15.
Francesca Pasquali
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA