L'INCIDENTE
FERMO Ancora un incidente e, questa volta, le conseguenze sono state

Mercoledì 4 Dicembre 2019
L'INCIDENTE
FERMO Ancora un incidente e, questa volta, le conseguenze sono state pesantissime. Sia per le persone coinvolte che per il traffico. Lo sfondo è ancora una volta quello dell'autostrada A14, per la precisione della galleria Castello di Grottammare, tristemente nota per l'incendio che, nell'agosto del 2018, creò il caos lungo tutto l'asse adriatico dell'autostrada. Poco dopo le dieci di ieri mattina, all'interno del tunnel, si è verificato un tamponamento tra un Fiat Qubo ed un camion lungo la corsia che viaggia in direzione Sud. In pochi secondi è stato un inferno con code chilometriche e disagi che si sono protratti per diverse ore.
Lo scontro
Probabilmente a causa di un brusco rallentamento i due mezzi si sono infatti scontrati all'interno del tunnel. L'auto si è fermata alcuni metri dopo con la parte posteriore completamente distrutta mentre il camion è finito di traverso terminando la propria corsa contro una delle sporgenze che si trovano all'interno del tunnel. I feriti in tutto sono stati quattro di cui uno, in gravi condizioni, è stato soccorso dall'elicottero partito dal Torrette di Ancona. A dire la verità sul posto sono arrivate due eliambulanze dell'elisoccorso regionale. La prima per soccorrere il ferito mentre la seconda per il trasporto del medico che, evidentemente, era stato impossibilitato a salire sul primo velivolo. I due elicotteri sono atterrati nell'area del casello di Grottammare distante poche centinaia di metri dal punto dell'impatto tra i due mezzi.
Il caos
L'episodio ha portato alla paralisi del traffico diretto verso Sud e si è aggiunto ai soliti rallentamenti per i guardrail sequestrati: temporaneamente off limits il tratto compreso tra Pedaso e Grottammare con problemi fino a Porto San Giorgio. La coda è arrivata a raggiungere la lunghezza di dieci chilometri e sono state necessarie quasi due ore, una volta terminata l'emergenza, per far tornare la situazione alla normalità. Sul posto sono andati gli agenti delle pattuglie della polizia autostradale della sottosezione di Porto San Giorgio, i vigili del fuoco di San Benedetto e le ambulanze della Misericordia di Grottammare, del presidio Potes di San Benedetto e della Croce Verde della Valdaso. Come detto i feriti sono stati in tutto quattro. Oltre al camionista portato ad Ancona, all'ospedale di San Benedetto sono stati accompagnati i tre occupanti della Fiat che non sarebbero in gravi condizioni. Sono stati tutti sottoposti alle medicazioni del caso e ad una serie di esami diagnostici.
Situazione insostenibile
L'incidente di ieri ha gettato ulteriore benzina sul fuoco di polemiche mai sopite ma letteralmente esplose all'inizio di novembre quando, in occasione del ponte di Ognissanti, il traffico, i lavori e i restringimenti di carreggiata per il sequestro delle barriere dei viadotti trasformano il tratto fermano e piceno dell'A14 in un vero e proprio inferno. E la situazione, in vista delle ormai imminenti festività natalizie, non sembra essere destinata a migliorare anche perché non sembrano vedersi all'orizzonte contromisure, da parte dei vari enti interessati, finalizzate ad evitare il ripetersi della situazione di caos vissuta il mese scorso.
Emidio Lattanzi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA