È cresciuta, negli ultimi cinque anni, Elisa Falcioni. Come persona e studentessa

Giovedì 2 Luglio 2020
È cresciuta, negli ultimi cinque anni, Elisa Falcioni. Come persona e studentessa modello. Il cento e lode conquistato dopo la maturità, l'unico della sua scuola (il Liceo artistico di Fermo), la incoraggia a inseguire il suo sogno: diventare architetta. «L'ho deciso nel momento in cui ho messo per la prima volta piede a scuola e, giorno dopo giorno, la mia convinzione si è rafforzata», spiega. Proverà l'esame di ammissione ad Architettura, ma non sa ancora se ad Ascoli o a Ferrara. La sua bravura avrebbe voluto dimostrarla anche all'esame di Stato, ma le regole anti-Covid hanno cancellato le prove pratiche. «Da un certo punto di vista è stato penalizzante dice , perché abbiamo scelto questa scuola per fare disegni e progetti. Abbiamo cercato di risolvere il problema parlando, nella prima parte dell'esame, di un architetto, ma ci è dispiaciuto non poterci mettere davvero alla prova».
A differenza di tanti maturandi che hanno accolto l'esame semplificato come una manna dal cielo, Elisa avrebbe preferito la versione tradizionale. «È come se non l'avessimo vissuto appieno. Non eravamo a scuola per l'ultima campanella e non abbiamo potuto vivere tutte quelle piccole, ma importanti, esperienze dell'ultimo anno», spiega. «All'inizio prosegue è stato difficile abituarsi alle lezioni online. Ognuno aveva la sua routine di studio e ha dovuto cambiarla. Ma penso che, se vuoi raggiungere un obiettivo, ti impegni e alla fine ci riesci. È stato un anno difficile, ma l'abbiamo superato». Si sente più matura, adesso, Elisa che per l'estate, oltre allo studio, ha in programma una vacanza a Firenze con i compagni di classe. «In questi cinque anni dice cresciuta molto. Questa scuola mi ha formata davvero tanto e mi ha dato amicizie che continuerò a coltivare. Sono felice di aver fatto questa scelta».
fr. pas.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA