Candidati al rush finale Scintille sui posti in lista

Domenica 2 Agosto 2020
LA POLITICA
FERMO Appena tre settimane alla presentazione di liste e candidati. Venti giorni che in alcuni schieramenti servono solo per aggiungere gli ultimi nomi, mentre in altri vedono ancora diverse incertezze. Il sindaco uscente Paolo Calcinaro ha ormai definito un assetto che lo vedrà sostenuto da 5 liste. Piazza pulita, l'ammiraglia che lo portò alla vittoria 5 anni fa, è stata la prima a presentarsi, addirittura prima dell'emergenza Covid.
La scelta
E' della scorsa settimana l'ufficializzazione de La città che vogliamo, guidata dal vicesindaco uscente Francesco Trasatti, che si può considerare l'ala sinistra dello schieramento. Ci saranno poi Non mi Fermo, guidata dall'assessore Mauro Torresi, Fermo forte, che fa capo al consigliere ex Forza Italia Alessandro Bargoni, e un quinto raggruppamento. A sinistra si prepara l'ufficializzazione della squadra guidata da Renzo Interlenghi, che ha ribattezzato FermoFutura la sua coalizione, evidenziando la voglia di «partire con le nostre idee, con le nostre competenze e con tutto il nostro entusiasmo. Lo facciamo per amore della nostra città, per una Fermo diversa, migliore, che sappia guardare al domani». Si sta preparando la prima uscita di presentazione pubblica che potrebbe essere fissata per la fine della prossima settimana, probabilmente a Lido Tre Archi mentre martedì ci sarà la conferenza stampa in centro.
Il numero
Si sa già che le liste saranno 4. A livello di forze politiche saranno in campo il Partito democratico, guidato dal segretario Paolo Nicolai, ed Articolo 1. Prevista una lista di giovani, composta da tutti under 40, più una civica considerata territoriale. Vi figureranno anche persone che vivono fuori da Fermo. Una scelta che vuole rimarcare la vocazione sovralocale del capoluogo di provincia e l'importanza che Fermo abbia un ruolo di guida per tutto il territorio. Un progetto politico che, come da subito hanno evidenziato tanto il candidato sindaco che Nicolai, punta a marcare con chiarezza l'appartenenza di centrosinistra. Una figura con una chiara storia progressista, che però non ha convinto alcuni volti noti della sinistra fermana, da Massimo Rossi a Giuseppe Buondonno, ad aggregarsi alla compagine. E' fissata per martedì anche la presentazione dei candidati nel Fermano di Dipende da noi, raggruppamento che sostiene la candidatura a governatore delle Marche di Roberto Mancini, potrebbe essere anche l'occasione per capire se ci sarà una presenza anche alle amministrative o si deciderà di correre solo per le regionali. Rimane un rebus il centrodestra, dove la strada per una coalizione classica, con i tre principali partiti tutti in campo, si è fatta abbastanza impervia.
L'appuntamento
Fratelli d'Italia dovrà scegliere domani sera, una volta per tutte, se presentare lista e simbolo con gli stessi alleati delle Regionali, o rinunciare a correre, sostenendo la lista civica di Mauro Torresi, in cui si inserirebbe qualche candidato riconducibile al partito. Quando mancano poco più di 24 ore, la decisione appare tutt'altro che scontata. Attende un responso la Lega, che più volte nelle ultime settimane ha espresso una certa impazienza per la logorante attesa ed il ritardo nell'ufficializzazione dello schieramento. Il nome più probabile per la candidatura a sindaco appare ad oggi quello di Lorenzo Giacobbi, noto in città per l'impegno nella Cavalcata dell'Assunta come priore della contrada Fiorenza. In attesa che Fdi faccia sapere se sarà della partita o no, con il Carroccio dovrebbe esserci anche Forza Italia, anche se i rapporti tra i due partiti sono stati piuttosto tiepidi nelle ultime settimane. In fase di composizione anche una civica di area moderata, in cui confluiranno alcuni esponenti dell'Udc-Popolari Marche, che schiera per le elezioni regionali Giambattista Catalini.
Il fronte
Completa il quadro il Movimento 5 stelle. Dopo 5 anni di opposizione con Marco Mochi e Filippo Temperini in Consiglio, gli attivisti locali hanno cercato di allargare la base, tanto da lanciare pubblicamente, un paio di mesi fa, un appello alla cittadinanza per candidarsi e partecipare all'allestimento del programma. Dovrebbe essere ufficializzata a giorni, probabilmente in settimana, la scelta del candidato sindaco. Si parla di Stefano Fortuna. Insomma un quadro in via di composizione, che dovrebbe vedere 3 o 4 sfidanti al primo cittadino uscente, con una corsa alla fascia tricolore tutta al maschile.
Pierpaolo Pierleoni
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA