Assedio al pronto soccorso E ora i positivi salgono a 14

Sabato 15 Gennaio 2022
L'EPIDEMIA
FERMO Cresce la pressione sul pronto soccorso del Murri, dove ieri c'erano quattordici ricoverati positivi. Un trend in costante aumento, che il reparto di primo intervento affronta con personale sempre più risicato. Coi reparti Covid dell'ospedale pieni, rimediare un letto per i nuovi pazienti è un'impresa quasi impossibile. Sono i numeri a dirlo. I cinque letti su sei di Terapia intensiva occupati e i ventinove su trenta di Malattie infettive. A cui si aggiungono i cinquanta della Rsa di Campofilone, che è piena, e gli undici, su dodici, delle Cure intermedie di Sant'Elpidio a Mare. Va da sé che trovare una soluzione diventa improcrastinabile. La chiede il Fermano, preoccupato che l'unico ospedale della provincia sia di nuovo costretto a scegliere tra pazienti positivi e negativi da curare. I prossimi saranno giorni cruciali per capire se il Murri sarà in grado di reggere l'urto della quarta ondata. Per adesso, la linea resta quella di lasciare pulita l'area medica. Ma il costante aumento dei contagi, e dei ricoveri, potrebbe imporre scelte diverse. Nel Fermano, infatti, il Covid continua a correre. Ieri, ci sono stati 404 nuovi casi. Cifra che, a differenza di prima, tiene conto anche dei tamponi fatti in farmacia e nei laboratori analisi, che, adesso, valgono per convalidare la positività. Numeri che non fanno stare tranquilli. Come quelli dei decessi che, con la morte di un uomo di 90 anni spirato a Montegranaro, dove abitava, salgono a 343 dall'inizio della pandemia.
La campagna
Prosegue, intanto, la campagna vaccinale. Oggi, dalle 8 alle 20, alla Don Dino Mancini ci sarà il secondo open day per i non prenotati maggiorenni. Domani, dalle 8 alle 14, al Fermo Forum lo screening gratuito per gli studenti delle superiori. I dati sulle vaccinazioni degli studenti del Fermano, dai 12 ai 19 anni, parla di un 80,6% che ha fatto la prima dose (9.708 vaccinati), di un 67,9% con la seconda (8.181) e di un 9,7% che ha fatto il richiamo (797). I non vaccinati sono 2.332, il 19,4%. Divisi per fasce d'età, 4.311 di quelli dai 12 ai 15 anni hanno ricevuto la prima dose (71,65%), 3.331 la seconda (55,3%), 42 hanno fatto il booster (1,3%). I non vaccinati sono 1.714, il 28,4%. Nella fascia dai 16 ai 19 anni, in 5.397 hanno ricevuto la prima dose (89,7%), in 4.850 la seconda (80,6%). Il richiamo l'hanno fatto in 755 (15,6%). 618 i non vaccinati, il 10,3%. Nuova impennata delle persone in quarantena. Ieri, nel Fermano, erano 4.658 (+1.063 rispetto a giovedì), di cui cento sintomatiche (+4). Più di 3.200 i positivi nella nostra provincia. A Fermo ce ne sono 635, a Porto Sant'Elpidio 493, a Sant'Elpidio a Mare 344, a Porto San Giorgio 246, a Montegranaro 231, a Monte Urano 212, a Montegiorgio 139. Seguono Amandola (96), Grottazzolina (80), Altidona (70), Falerone (68), Pedaso (54), Torre San Patrizio (53), Monte San Pietrangeli (50), Rapagnano (46), Campofilone (39) Ponzano di Fermo (33), Servigliano (32), Magliano di Tenna (29), Montappone, Montefortino e Monterubbiano (28), Petritoli (25), Montottone (19), Massa Fermana (17), Francavilla d'Ete (14), Belmonte Piceno e Lapedona (13), Monte Giberto, Monte Vidon Corrado e Santa Vittoria in Matenano (12), Monsampietro Morico e Smerillo (9), Montelparo e Moresco (8), Monteleone di Fermo (6), Monte Vidon Combatte (5). Sotto i cinque casi Monte Rinaldo e Ortezzano. Montefalcone Appennino è l'unico senza contagi.
Francesca Pasquali
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA