LE SOLUZIONI
ASCOLI La ricetta da mettere a punto per la rinascita del centro

Venerdì 13 Settembre 2019
LE SOLUZIONI
ASCOLI La ricetta da mettere a punto per la rinascita del centro storico ascolano è ancora in fase di definizione. Ma, mentre si tasta ancora il polso del paziente attraverso un porta a porta tra tutti gli operatori che si concluderà a fine mese, affiorano già alcuni degli ingredienti che dovrebbero contribuire al raggiungimento dell'obiettivo finale e sui quali l'assessore al commercio Nico Stallone, in sintonia con il sindaco, Marco Fioravanti, sta già lavorando.
I mercati
Tra questi, c'è la valorizzazione dei mercati ambulanti (condivisa anche dagli altri commercianti) attraverso una riqualificazione e l'ipotesi di un mercato diffuso, che coinvolga gran parte del centro sul genere di quello di San Benedetto e acquisti un sempre più importante ruolo attrattivo. Così come c'è l'intenzione già emersa di andare a incentivare la presenza di nuovi posteggi gratuiti a disco orario, per favorire lo shopping. Altro tassello importante, su idea di Stallone, sarà il coinvolgimento delle fasce giovanili partendo da incontri nelle scuole per una sensibilizzazione sull'importanza di vivere il centro e per raccogliere anche le idee dei ragazzi anche da un confronto con il Consorzio universitario piceno per integrare maggiormente il mondo universitario. Tante tessere da incastrare in un puzzle che poi rappresenterà il contenuto del Piano di rilancio del centro storico che verrà presentato ufficialmente entro il prossimo mese di ottobre.
Il monitoraggio
Nico Stallone, come da programma, continua a testa bassa e a cadenza quotidiana il monitoraggio a tappeto, quasi un porta a porta, tra gli operatori commerciali ascolani e conta di completare il confronto entro la fine di settembre. «Sto andando avanti con il confronto diretto con i commercianti del centro spiega l'assessore e ho già ascoltato almeno il 40% di loro. Un lavoro importantissimo per recepire segnalazioni e idee che poi valuteremo per la predisposizione del Piano per il centro che presenteremo entro ottobre». «Altro passaggio importante aggiunge Stallone è il confronto che ho avuto con gli ambulanti. Sono tante le leve da muovere per far ripartire il centro, ma una di queste può essere senza dubbio rappresentata da una riqualificazione e un potenziamento dei mercati ambulanti. Un aspetto che dai riscontri è risultato molto gradito anche agli altri commercianti perché si ritiene che le bancarelle comunque attraggano gente. In tal senso, il mercato del centro ha perso un po' smalto forse anche per i continui spostamenti. In questa direzione, noi dovremo lavorare per restituire un valore importante al mercato ambulante e pensiamo ad un mercato grande e diffuso nelle principali zone del centro, come avviene a San Benedetto, per attrarre tante persone».
Sosta ed eventi
«La nostra idea sottolinea Stallone - è quella di poter attivare tante componenti che possono poi, tutte insieme, permettere di raggiungere l'obiettivo prefissato. In questa direzione va anche l'ipotesi che, lavorando strettamente in sinergia col sindaco e i vari assessorati, vogliamo portare avanti di istituire nuovi posti gratuiti a disco orario, in diverse zone oltreché a San Pietro in castello. Questo è un altro degli aspetti che favorisce l'arrivo di persone nel cuore della città con maggiore frequenza. Così come stiamo ragionando sulla programmazione di iniziative soprattutto nel periodo più difficile per il commercio, dall'autunno fino a maggio, a parte Natale».
Luca Marcolini
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA