Bartoli trionfa alla Piazzarola

Lunedì 2 Dicembre 2019
LE ELEZIONI
ASCOLI Carlo Bartoli è il nuovo caposestiere della Piazzarola. Così hanno deciso gli elettori dell'arme biancorossa, che ieri sono stati chiamati alle urne insieme agli aventi diritto al voto degli altri sestieri cittadini per eleggere i nuovi comitati di sestiere che resteranno in carica per quattro anni, fino al dicembre 2023. La grande attesa era tutta incentrata su Piazzarola e Porta Tufilla, unici due sestieri in cui si sfidavano due liste contrapposte: quella di Fulvio Giovannetti e Carlo Bartoli in via della Cartiera, quella di Giulio Nicoletti e Matteo Silvestri in via Amadio. Alla Piazzarola a trionfare per quasi 70 voti è stato proprio Carlo Bartoli, che succede a Enrico Celani nel ruolo di caposestiere.
La gioia
«Sono molto contento, tutta la nostra squadra è davvero soddisfatta del risultato» ha commentato entusiasta il nuovo caposestiere. «Ci godiamo questo momento, ma da domani (oggi, ndr) inizieremo subito a lavorare collaborando anche con i consiglieri di minoranza che ci hanno fatto i complimenti per la vittoria. Lo scrutinio si è svolto nella massima tranquillità, adesso pensiamo al bene della Piazzarola». Parole amare invece da parte degli sconfitti: «È andata male, è stata una vittoria netta da parte dell'altra lista» il commento a caldo del candidato caposestiere perdente Fulvio Giovannetti. «Faccio un grande in bocca al lupo ai vincitori: lo scarto è stato importante e la scelta degli elettori netta. Mi assumo le responsabilità di questa sconfitta, ho già chiesto scusa a tutti i componenti della mia lista».
L'amarezza
Amareggiato anche il caposestiere uscente Enrico Celani, candidato consigliere nella lista a sostegno di Giovannetti. Con i suoi 12 voti, Celani non è riuscito a entrare all'interno del comitato: «Sono molto deluso» le sue parole. Ottima l'affluenza fatta registrare alle urne nell'intera giornata di ieri in tutti i sei sestieri cittadini anche se in calo rispetto alla scorsa tornata poichè dall'esito scontato in quattro dei sei sestieri. La partecipazione più ampia, come prevedibile, si è avuta proprio nelle sedi della Piazzarola e Porta Tufilla: è qui infatti che si è giocata la partita più importante e a recarsi alle urne è stato oltre l'80% dei votanti. Ma anche nelle altre sedi di via delle Terme (Porta Maggiore), viale Treviri (Porta Romana), via De Berardinis (Porta Solestà) e rua degli Sgariglia (Sant'Emidio) l'affluenza ha superato ovunque il 60%. Alle ore 20 la chiusura ufficiale dei seggi, poi il via allo spoglio con la festa dei vincitori e il rammarico degli sconfitti. Alla Piazzarola vince dunque Carlo Bartoli, mentre a Porta Tufilla lo spoglio si è protratto fino a tarda notte.
Il testa a testa
Quando mancavano circa duecento schede da scrutinare, era in vantaggio di una trentina di voti il candidato caposestiere Matteo Silvestri, sostenuto dalla lista Con Silvestri per Tufilla, rispetto a Giulio Nicoletti, sostenuto dal gruppo Tufilla Patria Nostra. Pochi problemi invece negli altri quattro sestieri in cui era presente una sola lista. Marco Regnicoli è stato rapidamente confermato caposestiere di Porta Maggiore, poi è toccato a Porta Solestà e Sant'Emidio ufficializzare la riconferma di Attilio Lattanzi e Mariangela Gasparrini. Qualche intoppo in più invece a Porta Romana, che alla fine però è riuscita a terminare lo spoglio e a eleggere il proprio comitato: a guidarlo sarà il neo caposestiere Luigi De Santis, subentrato all'uscente Pier Luigi Torquati. Da segnalare infine l'exploit degli unici due candidati individuali: Giuseppe Pizi a Porta Solestà è entrato nel comitato gialloblù grazie a 162 voti, Vincenza Baiocchi farà parte della squadra rossoazzurra di Porta Romana grazie alle 145 preferenze.
Matteo De Angelis
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA