Aule per lo smart working L'Umberto I guarda avanti

Sabato 20 Novembre 2021

LA SICUREZZA
ASCOLI Riflettori ancora puntati sulle sedi scolastiche tra interventi legati all'emergenza Covid e il programma di lavori antisismici con relativi trasferimenti di studenti in coincidenza con l'apertura dei cantieri. In questo scenario, la Provincia ha approvato il progetto esecutivo e affidato i lavori per un intervento da realizzare all'Istituto commerciale e per geometri Umberto I, in pieno centro, per riqualificare e adeguare alcuni spazi da destinare all'attività didattica del liceo classico Stabili-Trebbiani e anche per l'eventuale utilizzo, con adeguate reti, per lo smart working e la didattica a distanza.
Nuovi spazi anticovid
Per adeguare e sistemare le sedi scolastiche al fine di garantire il rispetto delle normative per il Covid, l'amministrazione provinciale aveva ottenuto un finanziamento di 200mila euro ministeriali per lavori di messa in sicurezza e adeguamento di spazi e aule di edifici adibiti ad uso didattico anche per garantire il distanziamento e il rispetto delle norme anticovid. Finanziamento ottenuto, nello specifico, per interventi sugli edifici scolastici dell'Ipsia Sacconi, del liceo scientifico Orsini e del liceo classico Stabili-Trebbiani ad Ascoli oltre all'Ipsia Guastaferro e l'Ipssar Buscemi a San Benedetto e l'istituto Fazzini a Grottammare. Ed ora la Provincia utilizzerà parte dei contributi ottenuti, dopo aver approvato il progetto esecutivo e proceduto all'affidamento dei lavori, per andare a sistemare alcuni locali e spazi dell'istituto Umberto I che saranno, comunque, destinati all'attività didattica del liceo classico Stabili-Trebbiani. E, quindi, per una delle scuole beneficiarie del finanziamento.
L'intervento
I lavori riguarderanno la riqualificazione e l'adeguamento di spazi esistenti per garantire il rispetto della normativa Covid per quanto riguarda l'affollamento delle aule e il distanziamento fisico. Contemporaneamente, si andrà a dotare la sede dell'istituto Umberto I di adeguati sistemi di rete per consentire, qualora necessario, il ricorso alla didattica a distanza e allo smart working. Nel frattempo, la Provincia anche definito il contratto di affitto una volta conclusi i lavori di adeguamento dei locali individuati (come già anticipato) attraverso avviso pubblico in via Piemonte, in zona ex Carburo, da utilizzare come sede scolastica temporanea. L'accordo di affitto è per un anno con possibile proroga per ulteriori cinque.
Luca Marcolini
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA