Niente test gratuiti per lo sport giovanile

Mercoledì 24 Febbraio 2021
ANCONA Niente test rapidi gratuiti per far ripartire lo sport giovanile nelle Marche. Respinta la mozione presentata dal gruppo assembleare del Partito Democratico per dare corso a una convenzione che permettesse alle società sportive marchigiane di eseguire senza costi i tamponi antigenici agli atleti impegnati nelle competizioni agonistiche under. «Una proposta - spiega il gruppo democrat in una nota - che intendeva farsi carico di due precise esigenze: permettere ai ragazzi di ritornare a fare sport in totale sicurezza, ritrovando così anche i momenti di socialità perduta a causa del Covid, e sostenere il prezioso e infaticabile impegno delle società sportive dilettantistiche, messe in grande difficoltà dalla pandemia». Invece nulla di fatto, si dispiace il Pd, «perché nonostante i pareri positivi espressi anche da qualche consigliere di maggioranza, sono bastati due brevi moniti degli assessori Saltamartini e Latini per soffocare l'opportunità di dare tutti insieme, ai nostri giovani e a chi si sacrifica per offrire loro percorsi di svago e crescita, un bel segnale di attenzione da parte delle Istituzioni». «Attualmente abbiamo a disposizione circa 400mila tamponi rapidi antigenici, da usare per l'attività ordinaria, nelle scuole o dove si palesano dei focolai, per il personale sanitario. Non sono tamponi lasciati ad ammuffire», ha replicato in aula l'assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, che pur condividendo lo spirito della mozione ha fatto presente che al momento non ci sarebbero risorse per una convenzione del genere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA