Mancano perciò all'appello due figure per raggiungere i sette nomi necessari

Venerdì 3 Luglio 2020
Mancano perciò all'appello due figure per raggiungere i sette nomi necessari a chiudere la lista. Nel Maceratese, dalle consultazioni si esce con una rosa di 18 nomi - nove donne e nove uomini che dovrà essere ridotta a sei. Candidato certo è il capogruppo dem in Consiglio regionale Francesco Micucci, e dato quasi per sicuro anche il sindaco del capoluogo Romano Carancini. A Macerata città ha però preso più preferenze il segretario di circolo Stefano Di Pietro, ma difficilmente passeranno entrambi i nomi per una questione di bilanciamento territoriale. È andato bene anche Leonardo Catena, dell'area che fa riferimento ai parlamentari Morani e Morgoni. Tra le quote rosa, i nomi che spiccano sono quelli di Giovanna Salvucci di Urbisaglia, Loredana Riccio, dirigente Asur di Tolentino e Roberta Pennacchioni, consigliera comunale di Recanati.
L'elenco dell'Ascolano
Chiude l'elenco l'Ascolano, dove l'uscente Anna Casini si conferma calamita di preferenze. Per gli altri tre nomi che servono a completare la lista, sono andati bene l'ex presidente della provincia Paolo D'Erasmo, il sindaco di Force Augusto Curti ed Angelo Flaiani, ex sindaco di Folignano. Il segretario provinciale Matteo Terrani dovrà scegliere due delle tre quote azzurre, per poi piazzare l'ultimo tassello con una figura femminile: le consultazioni nei circoli terminano oggi, sperando che emerga con forza un nome di donna last minute.
Martina Marinangeli
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA