LA PREVENZIONE
SENIGALLIA Task force della polizia sulle trasferte del popolo

Lunedì 23 Settembre 2019
LA PREVENZIONE
SENIGALLIA Task force della polizia sulle trasferte del popolo della notte, sorvegliato speciale da Ancona a Senigallia nel tragitto casa-disco. Circa 300 ragazzi sono stati controllati su treni, pullman, navette. Proprio su un bus navetta, partito dalla stazione di Senigallia, i poliziotti hanno rinvenuto sotto i sedili 40 grammi tra hashish e marijuana fiutata dai cani antidroga. Recuperate anche decine di bottiglie di alcolici, buttate nei cestini dai ragazzi alla vista degli agenti. Droga e alcol per lo sballo del sabato sera, scongiurato da una massiccia attività di prevenzione. Spesso infatti, come è emerso anche nelle ultime settimane, i giovani arrivano al Mamamia, attualmente il principale luogo di svago della provincia, già ubriachi rendendosi protagonisti lungo il percorso di episodi spiacevoli.
Ubriachi tenuti fuori
Uno per tutti il ferroviere aggredito da un branco di bulli sabato scorso sul treno regionale tra Falconara e Marzocca. La stessa sera una 16enne al limite del coma etilico soccorsa in via Fiorini, dove tre ragazze sono state picchiate nel corso di una lite. Se dalla discoteca sono più che intransigenti, tanto da lasciare fuori gli ubriachi e svuotare le bottiglie di alcolici che spesso cercano portare di nascosto, fuori però accade di tutto. Succede in via Fiorini, alla stazione, sui mezzi pubblici. Giovani che bevono in abbondanza prima di entrare e arrivano a volte con la droga, come il controllo dell'altra sera ha dimostrato. Il materiale per lo sballo in discoteca non entra. La selezione non lo permette. Chi resta fuori, perché non ammesso, non sempre però reagisce bene.
L'attenzione del questore
Dopo i fatti gravi dell'ultimo weekend l'attenzione è aumentata. Il questore di Ancona Claudio Cracovia ha disposto infatti un ampio servizio che ha riguardato le stazioni del capoluogo e di Falconara, da cui provengono molti giovani diretti in discoteca. Sorvegliata speciale Senigallia per garantire la sicurezza di quanti giungono in stazione, in attesa di prendere le navette e andare a ballare. Di seguito ad alcuni fatti di intemperanze ed aggressioni rilevate nelle trascorse settimane, la polizia ha voluto quindi dare un segnale incisivo, molto apprezzato dai cittadini. A Senigallia insieme ai poliziotti del Commissariato, diretti dal vice questore aggiunto Agostino Maurizio Licari, sono state impiegate altre 15 unità di rinforzo della polizia stradale, polizia ferroviaria e unità cinofile. Dispiegamento di forze che ha portato ad un approfondito controllo dei giovani presenti in stazione. Oltre 70 quelli identificati a Senigallia. Molti sono arrivati con bottiglie alla mano, poi buttate nei cestini. Un'accurata ispezione è stata fatta per i giovani in salita sull'autobus, per evitare presenze di ragazzi in stato d'ebbrezza, aggressivi o pericolosi per lincolumità altrui.
Posti di blocco
Inoltre sono state effettuati posti di controllo sugli itinerari percorsi dalle navette che, con l'ausilio delle unità cinofile della Questura, hanno consentito ai poliziotti del Commissariato di Senigallia di rinvenire, abbandonati sul pullman, oltre 40 dosi di sostanze stupefacenti del tipo hashish e marijuana ed altri oggetti utilizzati per il confezionamento. Circostanze analoghe erano state riscontrate qualche settimana fa, quando furono rinvenuti dagli agenti del Commissariato oltre 50 grammi di stupefacenti. Sabato sera il personale della Polstrada ha effettuato verifiche sulle navette per accertare eventuali sovraffollamenti ma con esito negativo. Tutto regolare. I controlli proseguiranno sistematicamente, assicura la polizia, per ristabilire una situazione di sicurezza nell'area della stazione ed evitare pericoli per l'incolumità di tutti.
Sabrina Marinelli
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA