Il risiko dei palazzi fantasma Missione recupero in 3 mosse

IL DEGRADOANCONA Per anni e anni, da un minimo di 7 a un massimo di 25, ridotti a palazzi fantasma, vandalizzati dalle incursioni di teppisti e sbandati, usati come depositi di scatoloni e vecchie scrivanie, consumati da umidità e muffe, in un caso addirittura occupati da una comune di senza tetto che vivevano privi di allacci per luce, acqua e gas. Tre edifici pubblici del centro cittadino di Ancona, per un totale di quasi 9mila metri quadri, stanno per essere recuperati - è il caso dell'ex Ispia e della Casa del mutilato - o tornano...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 21 Marzo 2019, 05:04 - Ultimo aggiornamento: 05:04