I NUMERI
Primo giorno al rallentatore nelle Marche per il voto alle Amministrative

Lunedì 4 Ottobre 2021

I NUMERI
Primo giorno al rallentatore nelle Marche per il voto alle Amministrative ma i dati, rispetto al precedente di cinque anni fa, vanno filtrati contemplando il fatto che nella precedente tornata si votava in un'unica giornata. Ieri alle 23 aveva votato complessivamente il 43,39% degli aventi diritto nella nostra regione mentre nel 2016, alla stessa ora,aveva votato il 63,6%. Considerato il numero e le dimensioni dei Comuni, la maggior parte dei quali piccoli (solo due sono oltre i 15mila abitanti), l'andamento dell'affluenza è molto variegato. Un elemento che sarà determinante in alcuni Comuni dove è scesa in campo una sola lista e dove quindi per l'elezione del sindaco bisognerà superare il quorum: appare in difficoltà Acquasanta Terme, dove alle 23 aveva votato il 35,07%. Votanti in calo anche nei due Comuni oltre 15mila abitanti a San Benedetto del Tronto e a Castelfidardo.
La situazione nei comuni
In provincia di Pesaro ieri sera alle 23 a Fermignano aveva votato il 49,5% mentre nel 2016 erano andati alle urne il 74% degli aventi diritto. A Mondavio invece chiusura parziale dei seggi con il 42,9% dell'affluenza dei votanti mentre cinque anni fa si era al 54,1%. Più scarto invece a Mondolfo: ieri alle 23, votanti al 42,7% contro il 68,44% del 2016. A Mercatino Conca, chiusura al 46,8% mentre cinque anni fa il dato finale era un'affluenza al 77%. A Fossombrone hanno votato il 52% degli aventi diritto mentre nel 2016 alle 23 c'erano nelle urne le schede del 72%. Infine affluenza al 45,8% a Colli al Metauro (68% cinque anni fa). Più indietro di tutti Gradara al 33% (nel 2016 si era al 60%). Nell'Anconetano, a Cupramontana affluenza al 43,8% mentre nel 2016 era al 54,3. Scarto dimezzato a Santa Maria Nuova: ieri sera alle 23 affluenza al 30,6% mentre cinque anni fa si era al 64,7%. C'era molta attesa per vedere la situazione a Castelfidardo: ieri sera affluenza molto bassa al 39,55% ma anche cinque anni fa alle 23 si era arrivati al 56,9%. A Camerano ha votato il 38% degli aventi diritto (cinque anni fa il 57,8%). Ci spostiamo nel Maceratese dove a San Severino ha votato il 41,8% contro il 61,1 del 2016. Per Bolognola e Muccia percentuali altissime: 66 e 65% alle 23 rispetto al 61% e all'85% di cinque anni fa. Non pervenuto il dato di Porto Recanati, bene anche Esanatoglia (al 56% contro il 72% del 2016), più indietro Castelraimondo e Morrovalle (45 e 43%).
Qui Fermano e Piceno
Per quanto riguarda il Fermano, a Montegranaro ieri sera alle 23 aveva votato il 45,8% mentre cinque anni fa si era al 68,93%. A Ortezzano la percentuale maggiore di votanti: 57,7% contro il 71,1% del 2016. Più indietro di tutti Monte San Pietrangeli con il 36,8% contro il 61,6 del 2016. A Petritoli affluenza al 46,5% (cinque anni fa al 67,8%) mentre a Rapagnano si era al 48,0% (cinque anni fa al 63%). Infine nell'Ascolano, fari puntati su San Benedetto ma affluenza fiacca: 43,44 al gong delle 23 contro il 62, 8 del 2016. Ad Arquata affluenza al 47,2% contro il 60,5 di cinque anni fa. A Force c'è già il quorum: 52% alle 23 contro il 72% del 2016. Bene anche Montegallo con il 52,2% contro il 63% del 2016.
Oggi si vota dalle 7 alle 15.
a. t.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA