E poi c'è il quadrato magico: il gioco matematico dove bisogna mettere i numeri

Venerdì 18 Settembre 2020
E poi c'è il quadrato magico: il gioco matematico dove bisogna mettere i numeri da 1 a 100 secondo determinate regole. Fin qui si scherza ma il Ceriscioli matematico dà il meglio sotto il Covi. Trasloca in uno spigolo della stanza dello staff e da lì guida la numerologia applicata della pandemia marchigiana: «Con la regola aurea del restiamo sempre con 20 letti di rianimazione in vantaggio - dicono quelli dello staff - ha tenuto a distanza il mostro».
Il video riservato
C'è un video riservato del 5 marzo in cui Ceriscioli alla lavagna fa vedere benissimo ai suoi dove la curva della Lombardia porterà le Marche e parla di 150 posti di terapia intensiva da trovare subito. Nell'ora più delicata, dicono quelli dello staff, il comandante Ce consegna un metodo e dà sicurezza. Scrive sulla lavagna cancellabile bianca, elenca nove cose e poi si gira di scatto verso i collaboratori per interrogarli a tradimento: «E quindi la decima è?». Il presidente che arrancava cambia pelle, affiora la stoffa del leader. Senza mai perdere di vista l'obiettivo finale. Neanche quando gli dicono che il suo caro amico Franco Di Dario non ce l'ha fatta. Per colpa del Covid. Pare che, rialzando la testa, abbia detto: «Non posso permettermi il lusso di farmi prendere dalle emozioni». Le emozioni non lo prenderanno.
L'altra storia
Ci sarebbe anche la parentesi della non ricandidatura ma quella è un'altra storia. A chi lo conosce bene pare abbia detto una frase sibillina: «Durante il Covid ho sempre dormito bene, non come a gennaio». C'è tutto: una sfumatura di amarezza da una parte e, dall'altra, la sicurezza del timoniere che ha sciolto le vele. A metà aprile confida a un collega di non trovare il terzo volume di Mete matematiche, libro di testo per le superiori che presto vuole riprendere in mano. Gli sorridono in faccia: figurati, presidente, resterai tu. Sorride anche Ceriscioli ma stavolta è il sorriso dell'eroe sul patibolo. Hasta luego, comandante: come dicono in America, ci vediamo quando le nuvole tornano a casa.
Andrea Taffi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA