ANCONA Le donne che subiscono atti di violenza hanno un modo in più per parlarne

Venerdì 14 Febbraio 2020
ANCONA Le donne che subiscono atti di violenza hanno un modo in più per parlarne attraverso il progetto Questo non è amore: un'iniziativa permanente della Polizia di Stato che ha portato, già da alcuni mesi a questa parte migliaia di persone, in tutta Italia, nei camper della Polizia per informazioni, suggerimenti e denunce contro la violenza di genere. Il progetto ha come finalità la creazione di un contatto diretto tra le donne e un team di operatori specializzati pronti a raccogliere le testimonianze dirette di chi, spesso, ha paura a denunciare o a varcare la soglia di un ufficio di polizia. Anche ad Ancona, questa mattina, in piazza d'Armi, dalle 8.30 in poi, in occasione della ricorrenza di San Valentino, i poliziotti della Questura di Ancona, specializzati nella trattazione delle violenze di genere, avranno modo di incontrare i cittadini nel Camper della Polizia di Stato ed illustrare loro la tematica, con l'obiettivo di superare stereotipi e pregiudizi per l'affermazione di una nuova cultura di genere. La stessa iniziativa è stata estesa nei Comuni di Fabriano, in Viale Beniamino Gigli nelle vicinanze del centro commerciale , Osimo, in P.zza Marconi, Jesi in C.so Matteotti e Senigallia, in P.zza Roma.
© RIPRODUZIONE RISERVATA