Le Marche a Cannes: terra di cinema e destinazione d’eccellenza

Un’importante vetrina per la Regione in una location d’eccezione, con protagonisti i registi Sergio Rubini e Giuseppe Piccioni

Contenuto a cura di Piemme SpA Brand Lab in collaborazione con FONDAZIONE MARCHE CULTURA
Venerdì 24 Maggio 2024, 15:10 - Ultimo agg. : 28 Maggio, 09:23 | 4 Minuti di Lettura

Lo scorso 20 maggio la Fondazione Marche Cultura - Marche Film Commission ha presentato “Marche. Infinite storie, infiniti luoghi” presso l'Italian Pavilion del Festival di Cannes. Un evento importante al quale hanno scelto di partecipare anche registi di massimo rilievo come Sergio Rubini e Giuseppe Piccioni: i due hanno condiviso le loro esperienze nei set marchigiani e hanno non solo arricchito l'evento con il loro prestigio ma, soprattutto, trasmesso in modo palpabile la passione per il cinema e per il territorio delle Marche.

Un anno di successi per Marche Film Commission
In questa occasione di rilievo, Fondazione Marche Cultura ha fatto il punto su un anno di attività rivelatosi intenso e fruttuoso. Numerosi gli eventi organizzati dall'ente, tra cui bandi a sostegno dell'industria audiovisiva regionale e importanti collaborazioni, frutto di un impegno costante per creare iniziative volte a promuovere il territorio marchigiano, che si presta a essere un set ideale per arte e spettacolo, essendo la stessa Regione intrinseca di luoghi artistici e carichi di storia. Un ringraziamento speciale è stato poi riservato a due artisti e registi d’eccellenza come i già citati Sergio Rubini e Giuseppe Piccioni e all'ATIM, partner fondamentale nella promozione del territorio.

Sergio Rubini e la miniserie Rai su Giacomo Leopardi
Uno dei momenti clou dell’evento a Cannes è stato sicuramente quello della presentazione, in anteprima assoluta, di una clip tratta dalla nuova miniserie inedita Rai “Giacomo Leopardi - Vita e amori del poeta”, diretta da Sergio Rubini. Questa opera, voluta e prodotta da Rai Fiction - IBC Movie - Rai Com, è stata girata proprio a Recanati, città natale del poeta. Il regista ha voluto sottolineare quanto il cinema possa diventare un veicolo potente di promozione culturale ma anche turistica, in grado di far comprendere, conoscere ed apprezzare un territorio attraverso una narrazione visiva. Anche tramite il cinema e lo spettacolo è possibile promuovere un territorio e, a tale proposito, lo stesso Rubini ha affermato: "Il cinema non ci fa solo sognare, ma anche riflettere. Con il cinema possiamo promuovere un territorio, un’identità culturale e farci conoscere".

“L’ombra del giorno” di Giuseppe Piccioni
L’altro grande protagonista della giornata è stato il film “L’ombra del giorno”, girato dal regista Giuseppe Piccioni nella meravigliosa cornice di Ascoli Piceno con protagonisti Benedetta Porcaroli e Riccardo Scamarcio. La pellicola ha vissuto un secondo momento di successo grazie alla diffusione su Netflix che, dopo aver ottenuto risultati eccezionali, lo ha decretato uno dei film più visti in Italia. Piccioni si è riferito alle Marche come a un luogo ideale per le riprese cinematografiche, grazie alla varietà di paesaggi e alla ricchezza culturale che caratterizza la Regione. Il regista ha poi voluto sottolineare: “Non posso che essere un testimonial più che favorevole ed entusiasta delle Marche. Mi auguro possano girarsi sempre più film in una regione in cui ci sono le condizioni per esprimere liberamente il nostro talento, suscitare emozioni e interrogativi che hanno valore anche perché sostenuti dal paesaggio”.

 

Le Marche tra promozione turistica e cineturismo
Cannes si è rivelata una importante vetrina per la promozione turistica delle Marche: non a caso l’ATIM - Agenzia Turismo e Internazionalizzazione Marche ha sottolineato all'interno della nuova campagna di promozione turistica il valore aggiunto del cineturismo per il territorio. Marco Bruschini, direttore generale di ATIM, ha ribadito: “Promuovere le Marche a 360 gradi è l’obiettivo primario di ATIM, la contaminazione anche nel settore del cinema può rappresentare il cambio di passo nella promozione del territorio. Il cineturismo è lo strumento giusto per la valorizzazione delle Marche. La collaborazione con Fondazione Marche Cultura - Marche Film Commission rappresenta il consolidamento della squadra individuata dalla Regione Marche per giocare in Champions. L’alleanza strategica fra cinema e turismo sotto l’ombrello Let’s Marche.

Una destinazione d’eccellenza
Una straordinaria opportunità per mettere in luce il connubio tra cinema e turismo e far sì che questo possa divenire una strategia vincente per la promozione delle Marche, ma allo stesso tempo possa diventare pioniera di accoglienza e partecipazione verso l'arte in generale. Grazie all’impegno della Fondazione Marche Cultura - Marche Film Commission e alla collaborazione con ATIM, insomma, la Regione si afferma sempre più come una destinazione d'eccellenza, capace di offrire infinite storie e infiniti luoghi da scoprire e apprezzare. La sinergia tra cinema e promozione turistica rappresenta un passo fondamentale verso una valorizzazione completa e vincente del territorio marchigiano.

Per maggiori informazioni e per una panoramica più ampia riguardo gli eventi in programma è possibile visitare il sito della Marche Film Commission