Aerei Mig-29 dalla Polonia, gli Usa lavorano al piano per fornire all'Ucraina i vecchi caccia russi

Aerei Mig-29 dalla Polonia, gli Usa lavorano al piano per fornire all'Ucraina i vecchi caccia russi
Aerei Mig-29 dalla Polonia, gli Usa lavorano al piano per fornire all'Ucraina i vecchi caccia russi
4 Minuti di Lettura
Domenica 6 Marzo 2022, 17:01 - Ultimo aggiornamento: 18:32

Gli Stati Uniti stanno «valutando attivamente la questione degli aerei che la Polonia potrebbe inviare all’Ucraina», sostenendola nella guerra contro la Russia. Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha confermato la notizia, anticipata dai media americani, di un piano per far arrivare all’Ucraina vecchi Mig-29 dalla Polonia, che a sua volta riceverebbe nuovi caccia dagli Usa. «Stiamo valutando come potremmo sostituire gli aerei che la Polonia dovesse inviare», ha sottolineato Blinken durante la sua visita in Moldavia, rimarcando di non poter «parlare di tempi precisi, ma possiamo affermare che stiamo valutando l’operazione in modo molto attivo».

Ucraini in piazza Plebiscito a Napoli: «Europa ci aiuti, se Putin usa nucleare sarà la fine»

Il piano

In un incontro via Zoom con 280 senatori e deputati del Congresso Usa, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky di fronte alle incertezze della Casa Bianca si è rivolto direttamente a chi può forzare Joe Biden ad aumentare (direttamente o indirettamente) gli aiuti militari all’Ucraina. E in questo ambito rientrerebbe il piano che stanno valutando gli Stati Uniti, un accordo con la Polonia per inviare aerei da guerra statunitensi a Varsavia che sostituirebbero i caccia dell’era sovietica che il Paese della Nato invia in Ucraina. Zelensky ha lanciato al Congresso un appello accorato e molto concreto: il suo Paese ha bisogno di aerei da combattimento più dei missili antiaerei su cui gli Stati Uniti avevano concordato. Gli ucraini dovrebbero quindi ricevere dei Mig di fabbricazione russa che la Polonia ha ereditato dopo la fine della Guerra fredda, ma gli Usa non hanno ancora firmato l’accordo. Una fonte riportata da Fox News spiega che a frenare gli americani sarebbe la preoccupazione che ciò possa essere visto come un’escalation dell’intervento occidentale nel conflitto. Il senatore statunitense Lindsey Graham ha affermato in un video pubblicato sui social media che gli Stati Uniti stanno bloccando l’invio di aerei da parte dei Paesi della Nato, ma un funzionario statunitense ha smentito la notizia. «Se la Polonia vuole inviare i suoi aerei da guerra in Ucraina, può farlo. Gli Stati Uniti non lo impediranno», ha ribadito il funzionario a Fox News.

Leopoli mette al sicuro il Cristo Salvatore

L'appello

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, dopo l’incontro da remoto con Zelensky, ha sintetizzato la richiesta del presidente: «Ha rivolto un disperato appello ai Paesi dell’Europa orientale affinché forniscano aerei di fabbricazione russa all’Ucraina». Schumer ha rimarcato che gli aerei «sono necessari. E farò tutto il possibile per aiutare l’amministrazione a facilitare il loro trasferimento». Zelenskyy aveva chiesto una no-fly zone sull’Ucraina e ha criticato aspramente la Nato per aver respinto la richiesta. Ma il presidente Biden e molti alleati credono che una no-fly zone potrebbe degenerare in un’altra guerra mondiale. Da qui la seconda richiesta del presidente: se una no-fly zone è irrealizzabile, l’Ucraina ha bisogno di aerei. «È stato molto chiaro, ha pensato a ciò di cui ha davvero bisogno l’Ucraina», spiega il membro della Camera Jim Himes. Che ha lodato la lucidità e l’acutezza di Zalensky: «Sembrava stesse molto meglio di me in un venerdì sera alla fine di una settimana standard», è la battuta riferita dal Wall Street Journal.

Ucraina, Macron e Erdogan chiamano Putin: «Cessate il fuoco in Ucraina necessario»

© RIPRODUZIONE RISERVATA