Russia, ospedali al collasso: decine di migliaia di soldati feriti stanno mandando in tilt il sistema sanitario

Incidono anche i tagli imposti alla sanità dallo Zar

Russia, ospedali russi al collasso: decine di migliaia di soldati feriti stanno mandando in tilt il sistema sanitario
Russia, ospedali russi al collasso: decine di migliaia di soldati feriti stanno mandando in tilt il sistema sanitario
3 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Giugno 2022, 20:39 - Ultimo aggiornamento: 21:23

Gli ospedali russi sono al collasso. Decine di migliaia di soldati russi feriti in Ucraina stanno sovraccaricando il sistema sanitario del Paese, già messo a dura prova dal trattamento delle vittime di Covid-19 e dai tagli imposti nell'ambito della "ottimizzazione della sanità" di Vladimir Putin. A riportare quanto sta accadendo è il portale di Mosca Insider.

Vladimir Andonov, il "Boia" della Wagner (a servizio di Putin) ucciso da un cecchino dopo aver massacrato dei civili

Russia, ospedali al collasso: la situazione più grave a Mosca

La situazione è particolarmente grave a Mosca e in altre grandi città, perché i medici e il personale sanitario sono stati spostati in luoghi più vicini alle linee del fronte. In risposta, le autorità hanno fatto appello a volontari, anche della Chiesa ortodossa, anche se molti di loro non hanno una formazione medica. Ma i funzionari sono preoccupati perché prevedono che il numero di feriti militari che gli ospedali russi dovranno trattare "non potrà che crescere". Temono che coloro che entrano nel sistema medico russo ricevano cure non all'altezza e che le truppe ferite in Ucraina possano subire conseguenze più permanenti o addirittura la morte.

 

I problemi del sistema sanitario

Il sistema sanitario russo non è mai stato solido, ma la necessità di curare le vittime della guerra di Putin in Ucraina sta evidenziando quanto il sistema sanitario del Paese sia ormai prossimo al disastro grazie ai tagli che il leader del Cremlino ha imposto in nome del risparmio sui servizi sociali da destinare ai servizi militari e di sicurezza. Invece di preparare il sistema sanitario per essere in grado di curare i feriti della sua guerra, Putin lo ha sistematicamente tagliato e ora i russi ne stanno vedendo le conseguenze: un governo che afferma di non voler mai abbandonare nessun soldato russo, di fatto abbandona molti di loro se vengono feriti. Una fonte di The Insider in uno degli ospedali della regione di Mosca ha affermato che la maggior parte dei militari feriti è arrivata a Mosca all'inizio della guerra: "All'inizio, 150-200 persone venivano trasportate con elicotteri al giorno, c'era personale militare con ferite da schegge, con distacchi di braccia, gambe e altre lesioni, caratteristiche delle operazioni di combattimento. Poi il numero dei pazienti del fronte è diminuito, ma continuano ad arrivare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA