Guerra nucleare, l'arma segreta di Putin. «Poseidon provoca tsunami di 100 metri e può sommergere le città»

Il drone sottomarino russo Poseidon sarebbe equipaggiato con siluri nucleari

Guerra nucleare, l'arma segreta di Putin. «Poseidon provoca tsunami di 100 metri e può sommergere le città»
Guerra nucleare, l'arma segreta di Putin. «Poseidon provoca tsunami di 100 metri e può sommergere le città»
di Mario Landi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Marzo 2022, 11:32 - Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 08:56

L'arma segreta di Putin potrebbe non essere chimica, ma fisica. Un'arma capace di sommergere l'Ucraina con uno tsunami, una bomba nucleare così potente da genereale onde travolgenti alte 100 metri in pochi minuti. Gli esperti militari sono in allarme e pensano che il presidente russo Vladimir Putin possieda realmente questa super arma nucleare in grado di distruggere le città costiere ucraine come Odessa in pochi minuti.

Putin, golpe dei servizi segreti russi «sempre più probabile». Allarme al Cremlino dopo le rivelazioni di un dissidente

Putin, un golpe per rovesciare l'amico Lukashenko? La mossa per costringere la Bielorussia a entrare in guerra

Testata nucleare

La "macchina nucleare" di Putin, secondo gli esperti militari, sarebbe stata progettata per distruggere le basi navali nemiche: ha il potenziale per annegare intere città in Ucraina sotto uno tsunami alto 100 metri. Gli scienziati avvertono che tale distruzione può essere ottenuta facendo esplodere una testata nucleare sott'acqua, vicino alla costa del mare.

Drone subacqueo

Ma chi o che cosa può trasportare una testata nucleare in fondo al mare? Il Poseidon, un drone subacqueo (senza pilota) in grado di trasportare e lanciare ordigni nucleari. Questo tipo di sottomarino è dotato di siluri a testata nucleare da 2 megatoni, che si dice siano in grado di creare questi tsunami alti 100 metri.

I siluri, che possono viaggiare nell'acqua a circa 80 miglia senza essere intercettati, sono stati progettati per distruggere le basi navali nemiche sulla costa. Il fisico Rex Richardson ha dichiarato al Business Insider: «Un'arma nucleare ben posizionata vicino a una zona costiera, un ordigno con una resa compresa tra 20 megatoni e 50 megatoni, potrebbe certamente sprigionare talmente tanta energia da eguagliare lo tsunami del 2011, e forse molto di più. Sfruttando l'effetto di amplificazione del fondale marino, sono possibili onde di tsunami che raggiungono i 100 metri di altezza».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA