ESTERI

Gas, accordo in Ue sul price cap a 180 euro. Meloni: «Grande vittoria dell'Italia, grazie anche a Draghi». Mosca: inaccettabile, reagiremo

Le ultime notizie sul conflitto nel cuore dell'Europa

Gas, accordo in Ue sul price cap a 180 euro. Pichetto Fratin: «Vittoria dell’Italia». Mosca: inaccettabile, reagiremo
Gas, accordo in Ue sul price cap a 180 euro. Pichetto Fratin: «Vittoria dell’Italia». Mosca: inaccettabile, reagiremo

Lukashenko: dispiegheremo S-400 forniti dalla Russia

La Bielarussia dispiega i sistemi missili S-400 Iskander consegnati dalla Russia: lo afferma il presidente bielorussio Alexander Lukashenko, come riporta Tass, dopo l'incontro a Minsk con Valdimir Putin

Putin: continueremo esercitazioni militari con Bielorussia

La Russia e la Bielorussia continueranno a tenere esercitazioni militari regolari: lo afferma il presidente russo Vladimir Putin, come riporta Tass, dopo l'incontro a Minsk con il presidente bielorusso Alexander Lukashenko.

Meloni sulla Manovra: non ci sarà esercizio provvisorio

«Chi evoca l'esercizio provvisorio cerca l'esercizio provvisorio. Per quanto ci riguarda andiamo avanti e mi sento di garantire che ci sarà la legge di bilancio nei tempi previsti». Così la premier Giorgia Meloni a margine della cerimonia per la festa dell'Hannukkah a Roma.

Meloni: price cap grande vittoria dell'Italia, grazie anche a Draghi

«L'accordo raggiunto in Europa sul tetto al prezzo del gas è una grande vittoria italiana, costruita con molta pazienza e per la quale va ringraziato anche il precedente governo che l'ha istruita». Così il presidente del Consiglio Giorgia Meloni uscendo dal Museo ebraico di Roma dove ha preso parte alla cerimonia di accensione della Chanukkià. «Sono molto molto soddisfatta. Devo ringraziare il ministro Pichetto, il ministro Fitto e il ministro Cingolani che ci ha lavorato prima. Ora si tratta di monitorare».

Gas, conclude in calo del 6% a 108 euro al Megawattora

Seduta di progressivo e ampio calo per il prezzo del gas sul mercato di Amsterdam, di riferimento per l'Europa: nel giorno in cui il Consiglio Affari Energia Ue ha trovato un accordo politico sul price cap, il future sul metano con consegna a gennaio ha registrato un calo finale del 6% a 108 euro al Megawattora, con livelli minimi di seduta a 106 euro. Sono quotazioni già toccate l'11 novembre scorso, mentre precedentemente per tornare a livelli così bassi bisogna risalire a metà giugno.

Mosca all'Ue: inaccettabile, reagiremo

La Russia giudica «inaccettabile» l'accordo Ue sul tetto al prezzo del gas: lo dice il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov definendo l'intesa una «distorsione del mercato» e promettendo «una reazione» da parte russa, come la decisione assunta sul petrolio. Lo riferiscono le agenzie russe.

Ue, Meloni: price cap grande vittoria, lo davamo per spacciato

«Vengo qui con una piccola, grande vittoria, più grande che piccola: siamo riusciti in Europa a spuntarla sul tetto del prezzo del gas. È una battaglia che molti davano per spacciata e l'abbiamo portata a casa. La volontà e la consapevolezza parte sempre da una cosa: essere consapevole di chi sei ed essere fiero di chi sei. Quando hai quella consapevolezza, hai la capacità di raccontare qualcosa di più e di insegnare e di imparare dagli altri». L'ha detto la premier Giorgia Meloni alla cerimonia per la festa ebraica Hannukkah, in corso al museo ebraico di Roma

Ue, il price cap ci aiuterà per il prossimo inverno

«Con questo meccanismo in atto l'Europa sarà meglio preparata per la prossima stagione invernale e per il nuovo round di riempimento degli stock, che sarà più impegnativo di quest'anno». Lo ha detto la commissaria Ue per l'Energia, Kadri Simson, in conferenza stampa dopo l'annuncio dell'accordo tra i ministri europei sul price cap sul gas.

Ucraina, Berlino: preoccupazione per colloquio tra Putin e Lukashenko

Ci sono «preoccupazioni» da parte del governo tedesco per la visita di Vladimir Putin in Bielorussia e l'eventualità che i colloqui tra il leader russo e il suo omologo bielorusso, Alexander Lukashenko, possano cambiare il ruolo di Minsk nella guerra in Ucraina. Lo ha detto un portavoce del governo di Berlino, Steffen Hebestreit, durante un briefing. «Naturalmente, ci sono preoccupazioni su ciò che questa visita potrebbe comportare: se il ruolo della Bielorussia nella guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina cambierà o verrà modificato ancora una volta», ha dichiarato Hebestreit, sottolineando che esiste la possibilità che la Bielorussia possa aumentare gli aiuti all'esercito russo.

Gas, price cap può essere esteso a mercati fuori borsa

«La Commissione europea può, se appropriato, proporre anche modifiche» al regolamento sul price cap sul gas «per includere i derivati negoziati sui mercati non regolamentati (over-the-counter, Otc), oppure per rivedere gli elementi presi in considerazione per il prezzo di riferimento» del gas. È uno dei punti concordati dai ministri dell'Energia Ue, secondo quanto apprende l'ANSA, e inseriti nell'intesa sul tetto al prezzo del gas.

Tajani: serve ricovery plan per l'Ucraina

«Mi auguro che possa esserci un recovery plan per l'Ucraina». Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in conferenza stampa alla Farnesina. Oltre alle prospettive di pace, «dobbiamo guardare alla ricostruzione, è nostro interesse che il Paese sia ricostruito in fretta», ha sottolineato Tajani, spiegando che da parte italiana «coinvolgeremo tutte le imprese» disponibili in questo senso. Ma il tema della ricostruzione dell'Ucraina «non è solo una questione di tipo economico, ma è anche di tipo politico», che riguarda la stabilità di quella parte di Europa, ha sottolineato Tajani.

Tajani: Russia dia segnali disponibilità cominciando da Zaporizhzhia

«Se i russi volessero dare un segnale di disponibilità» verso un cessate il fuoco, «potrebbero iniziare da Zaporizhzhia, facendo capire che sono pronti a fare scelte condivise».

Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani, in una conferenza stampa alla Farnesina, ribadendo l'impegno a «lavorare per raggiungere la pace».

Pichetto: intesa su price cap è vittoria dell'Italia

«Il Consiglio Energia ha approvato il tetto al prezzo del gas. È la vittoria dei cittadini italiani ed europei che chiedono sicurezza energetica. È la vittoria dell'Italia che ha creduto e lavorato per raggiungere questo accordo». Lo scrive in un tweet il Ministro per l'Ambiente e la sicurezza energetica, Gilberto Pichetto.

Accordo politico in Ue, price cap a 180 euro

Al Consiglio Affari Energia, a quanto si apprende da fonti europee, è stato trovato un accordo politico sul price cap a 180 euro a megawattora.

Putin: pronti a sviluppare cooperazione nucleare con Minsk

Mosca è pronta a continuare ad aiutare Minsk a sviluppare la sua industria nucleare, anche se potrebbe guadagnare denaro fornendole ulteriori volumi di gas. È quanto ha detto, secondo quanto riporta l'agenzia Ria Novosti, il presidente russo Vladimir Putin durante i colloqui con il suo omologo bielorusso Alexander Lukashenko a Minsk. «Stiamo lavorando intensamente in quasi tutti i settori. Nel settore energetico .. la Russia, a suo danno, continua il progetto nucleare - ha detto Putin - stiamo costruendo una centrale nucleare. La prima unità è già operativa». Putin ha spiegato che la Russia potrebbe fornire ulteriore gas alla Bielorussia ma è ormai in funzione la centrale nucleare, e la quantità di energia che genera corrisponde a circa 4,5 miliardi di metri cubi di gas. «Siamo pronti a sviluppare ulteriormente questo progetto, lavorare e costruire nuove unità. Ma, secondo me, la cosa più importante è che siamo pronti (e lo stiamo facendo) a creare un'industria, formare il personale locale e sviluppare la scienza in modo appropriato. Questi sono i nostri accordi preliminari. Siamo pronti a discutere e agire, per andare oltre in questa direzione». La centrale nucleare bielorussa è in costruzione vicino alla città di Ostrovets, nella regione di Grodno.

Putin a Lukashenko: cooperazione economica nostra priorità

La cooperazione economica è «la priorità» nelle relazioni tra Russia e Bielorussia: lo ha dichiarato Vladimir Putin incontrando a Minsk Aleksandr Lukashenko, stando a quanto riporta la Tass.

Putin a Minsk: tra i temi anche questioni militari

Il presidente russo Vladimir Putin e Alexander Lukashenko discuteranno di una serie di argomenti durante l'incontro a Minsk, tra cui l'attuazione dei programmi di integrazione e le questioni militari, ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass. «Oggi avremo l'opportunità di fare un buon bilancio delle questioni più urgenti, commerciali e naturalmente militari, vista la situazione turbolenta e caotica che ci circonda», ha detto Peskov. Il ministro della Difesa di Minsk ha reso noto che con quello russo discute di cooperazione tecnico-militare e potenziamento delle capacità di difesa dei rispettivi Paesi.

Zelensky: bambini chiedono armi e difesa aerea a Babbo Natale

Armi, sistemi di difesa aerea e vittoria sulla Russia. Sono questi i desideri che i bambini ucraini hanno scritto nelle loro letterine indirizzate a Babbo Natale. Lo sostiene il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, affermando che «nel giorno di San Nicola i terroristi russi hanno fatto un bel regalo ai bambini ucraini, hanno condotto nuovi raid». Intervenendo in collegamento video a una riunione dei leader del Joint Expeditionary Force, Zelensky ha detto che «i bambini ucraini nelle loro lettere a Babbo Natale stanno chiedendo difesa aerea, armi, vittoria. Una vittoria per loro, una vittoria per tutti gli ucraini. Capiscono tutto, i nostri bambini. Non ci resta che agire!». Il giorno di San Nicola viene celebrato in Ucraina il 19 dicembre in base al calendario giuliano, che è 13 giorni indietro rispetto al calendario gregoriano che lo celebra il 6 dicembre.

Mosca, falso Putin voglia spingere Minsk nel conflitto

Il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov ha definito «invenzioni assolutamente stupide» e «senza fondamento» le ipotesi secondo cui Putin sia andato a Minsk per far entrare la Bielorussia al conflitto in Ucraina: lo riporta l'agenzia Ria Novosti.

Serbia, Ong: il paese è pieno di agenti di Putin

La Serbia è piena di agenti di Vladimir Putin, cosa questa che giustifica un'azione energica e a vasto raggio per garantire la piena autonomia e indipendenza del Paese balcanico e la sua completa integrazione europea di fronte alle crescenti pressioni e mire espansionistiche da parte della Federazione russa. È la tesi del 'Gruppo Ottobrè, una ong schierata all'opposizione che si definisce 'Alleanza libertaria della Serbia liberà e che è impegnata nella difesa dei diritti umani e civili, per lo sviluppo della democrazia e della libertà a tutti i livelli della società e delle

Le forze russe hanno attaccato nella notte la regione di Dnipropetrovsk, nell'Ucraina meridionale, con droni kamikaze di fabbricazione iraniana, artiglieria pesante e lanciarazzi multipli Grad, danneggiando diverse abitazioni e linee elettriche: lo ha reso noto su Telegram il governatore regionale, Valentyn Reznichenko, come riporta il Kyiv Independent. Nel dare la notizia, Reznichenko ha sottolineato che le forze ucraine del comando orientale hanno abbattuto due droni. La città di Nikopol è stata colpita 60 volte e gli attacchi hanno preso di mira anche e le vicine comunità di Marhanetska, Chervonohryhorivka e Myrivska.

© RIPRODUZIONE RISERVATA