Bomba nucleare, grandi manovre nel sito dei test della Corea del Nord? Le immagini satellitari che preoccupano gli analisti

Le immagini satellitari lasciano pensare a una ripresa delle attività nel sito di Punggye-ri che Kim aveva affermato di aver dismesso nel 2018

Bomba nucleare, grandi manovre nel sito dei test della Corea del Nord?
Bomba nucleare, grandi manovre nel sito dei test della Corea del Nord?
di Mario Landi
5 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Marzo 2022, 15:37 - Ultimo aggiornamento: 9 Marzo, 09:45

La Corea del Nord starebbe pianificando di riprendere i test delle bombe nucleari? Nei giorni in cui la guerra in Ucraina risolleva l'incubo di un conflitto di portata globale, alcune immagini satellitari hanno messo la pulce nell'orecchio agli analisti. Scattate venerdì scorso dalla società di satelliti commerciali Maxar e relative al sito di test nucleari di Punggye-ri, le foto sono state analizzate del James Martin Center for Nonproliferation Studies presso il Middlebury Institute of International Studies, e mostrerebbero «i primi segni di ripresa di attività».

Pillole di iodio anti radiazioni: ha senso prenderle in anticipo?

«Grandi manovre nel sito dei test nucleari in Corea del Nord»

Jeffrey Lewis del Martin Center, che ha guidato l'esame, come riporta l'Nbc, ha sottolineato che le recenti foto scattate dallo spazio mostrano nel sito nuovi edifici e altri "segni di lavoro" presso l'impianto di test nucleari. Un segnale «preoccupante», riferiscono gli analisti, che dimostrerebbe che il Paese del leader supremo Kim Jong-un starebbe pianificando di riprendere i test sulle bombe atomiche dopo aver affermato di aver distrutto il sito nel 2018.

La storia del sito

Stando alle affermazioni di Lewis si tratterebbe di attività «molto preliminari». Sta di fatto che i mutamenti mostrati nelle immagini satellitari (compreso quello che gli analisti ritengono essere la costruzione di un nuovo edificio) sono i primi segni di lavoro nel sito da quando la Corea del Nord, in un video diffuso nel 2018, mostrò di aver smantellato la struttura anche facendo esplodere parte di essa. Una dismissione che fu mostrata un mese dopo che il leader nordcoreano aveva annunciato la fine dei test sugli esplosivi nucleari e dei test di missili balistici. Faceva parte di un'iniziativa diplomatica tra Kim e l'amministrazione Trump (poi naufragata).

 

La situazione in Corea

Nell'ultimo anno la Corea del Nord ha condotto una serie di test missilistici a corto raggio. L'ultimo proprio venerdì, giorno in cui sono state scattate le ultime foto satellitari.

«Abbiamo monitorato da vicino il sito dei test nucleari di Punggye-ri visti i segnali che la Corea del Nord stesse iniziando a riparare il sito - ha affemato Lewis, citato dalla Nbc - Nell'immagine, vediamo i primi segni di attività nel nuovo sito, inclusa la costruzione di un nuovo edificio, la riparazione di un altro e quello che potrebbe essere un po' di legname e segatura. La Corea del Nord utilizza una notevole quantità di legno nel sito sia per gli edifici che per il puntellamento dei tunnel. Questi cambiamenti sono avvenuti solo negli ultimi giorni».

In corso operazioni preliminari?

Si tratterebbe dei primi movimenti da quando il sito è stato smantellato: «Grazie ai tanti satelliti commerciali in orbita - spiega Lewis - spesso cogliamo le attività di costruzione nelle loro primissime fasi, quando è difficile asserire di cosa si tratti esattamente quello che è  stato costruito o perché. Tuttavia, questa è la prima attività che vediamo nel sito da quando la Corea del Nord lo ha smantellato nel maggio 2018».

I test

Secondo gli analisti i lavori di costruzione e riparazione potrebbero indicare che la Corea del Nord ha deciso di rimettere mano sul sito dei test e che dunque «una possibilità è che preveda di riportare il sito in uno stato di preparazione per riprendere i test sugli esplosivi nucleari». Ciò detto, Lewis sottolinea che comunque il sito sarebbe a molti mesi, se non anni, dall'essere pronto per la ripresa delle arrività nucleari.

A riguardo della situazione di Punggye-ri, un portavoce della Cia menzionato dalla Nbc, ha detto che l'agenzia non è «in grado di commentare».

L'altro reattore

Intanto il capo dell'organismo di vigilanza nucleare delle Nazioni Unite Rafael Grossi, sempre riguardo la Corea del Nord,  ha lanciato un avvertimento sull'impianto di Yongbyon. Il sito avrebbe mostrato «segni di attività», ha riferito. Il team di monitoraggio dell'agenzia ha individuato segnali di attività nel reattore da 5 megawatt nel complesso a nord di Pyongyang. Complesso in grado di produrre plutonio per uso militare. Grossi ha definito la mossa di Kim come «profondamente deplorevole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA