Aegis Combat System, il sistema di difesa Nato che può spazzare via le armi nucleari di Putin in pochi secondi. Come è fatto

Le navi militari equipaggiate con i sistemi di difesa missilistici balistici di Aegis possono prendere di mira le minacce utilizzando i RIM-161 Standard Missile 3

Aegis Combat System, il sistema di difesa Nato contro le armi nucleari: può intercettare i missili nello spazio
Aegis Combat System, il sistema di difesa Nato contro le armi nucleari: può intercettare i missili nello spazio
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 11 Maggio 2022, 16:04 - Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 21:14

L'ultimo allarme sul rischio di attacco nucleare da parte della Russia lo ha lanciato l'intelligence statunitense. Putin userebbe l'atomica in caso di “minaccia esistenziale” a Mosca e la sconfitta in Ucraina potrebbe essere una causa scatenante. Negli Stati Uniti studiano questa eventualità dall'inizio dell'invasione, tanto che il presidente Joe Biden ha formato una task force che deve analizzare ogni possibile scenario, compreso l'attacco con armi nucleari appunto. E anche la Nato non sarebbe colta alla sprovvista e potrebbe azionare uno dei suoi sistemi di difesa più avanzato. 

Svezia e Finlandia a un passo dalla Nato, Johnson: «Le sosterremo in caso di attacco della Russia»

L'Italia e le armi all'Ucraina, arriva un sistema cibernetico in grado di catturare i droni russi

Il sistema di difesa della Nato

In caso di attacco nucleare, la Nato potrebbe ricorrere all'Aegis Combat System, un sistema di difesa che opera nei domini marittimi, aerei, terrestri, spaziali e informatici. Attualmente prodotto dal gigante delle armi Lockheed Martin, questo sistema statunitense è integrato principalmente nei sistemi di armi navali e viene utilizzato per tracciare e guidare le armi che devono distruggere i bersagli nemici. «L'Aegis Weapon System è il sistema di combattimento più distribuito al mondo e la sua architettura di sistema flessibile gli consente di svolgere una varietà di missioni», spiega l'azienda che lo produce.

Questo sistema è costituito dal RIM-161 Standard Missile-3 (SM-3), dal RIM-174 Standard Missile-6 (SM-6) e dal sistema di combattimento Aegis. Più di recente, gli Stati Uniti hanno stipulato un contratto da 92,5 milioni di dollari per la produzione di sistemi radar e di difesa aerea Aegis, forniti alla Marina. Oltre ad essere schierato su navi da guerra navali, il sistema è anche in grado di essere adattato a sistemi terrestri.

 

Le navi militari equipaggiate con i sistemi di difesa missilistici balistici di Aegis possono prendere di mira le minacce utilizzando i RIM-161 Standard Missile 3 (SM-3), che intercetteranno i missili balistici in arrivo nello spazio, ma anche durante la loro fase finale, quando iniziano il rientro nell'atmosfera terrestre. Sebbene i costi dei sistemi Aegis siano difficili da determinare, l'anno scorso il Pentagono ha annunciato la vendita di quattro sistemi di difesa missilistica Aegis prodotti da Lockheed Martin per un valore fino a 1,7 miliardi di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA