Tendenze moda, dalle sneakers al tacco 12: cinque scarpe per camminare con stile

Mercoledì 23 Febbraio 2022 di Anna Franco
La scarpa Jimmy Choo/Mugler con la sfera di cristallo

C'è chi, osservando con sopracciglio leggermente alzato la nostra collezione, sentenzierà che ne abbiamo troppe.

Ma per noi è sempre il momento e l’occasione per acquistarne un nuovo paio. Parliamo di scarpe, portano ovunque, fanno sognare e condannano a una vita di desiderio e di possesso fin dai tempi di Cenerentola. Si sa: più o meno tutte possiedono almeno un paio di calzature di troppo, perché sono funzionali, permettono di trasformarsi e, poi, sono fedeli. Si adattano al piede anche quando, invece, quel traditore del jeans preferito decide di non entrare più come un tempo. E, poi, «Si può essere molto più alla moda e con una spesa minore con le scarpe. È vero, si sborsano anche mille dollari per lo stivale o lo stiletto dei sogni, ma se ci si avvicina a una giacca o a un vestito dello stesso designer si fa presto a capire che si salirebbe parecchio di prezzo». Parola di Valerie Steele, curatrice, storica della moda, direttore del Museum at the Fashion Institute of Technology di New York e autrice del libro “Shoes: A Lexicon of Style”. «La donna media possiede una ventina di paia di scarpe, il doppio di quelle che aveva dieci anni fa - continua - Siamo in un periodo in cui sembrano aver eclissato anche le it bag per desiderio e richiesta».

OLTRE GLI STEREOTIPI

«Chiamarle accessorio è riduttivo - le dà manforte Eugenio Gallavotti, giornalista e autore del volume “I racconti delle Scarpe”, edito da Franco Angeli - Fanno parte di noi, come dimostra una recente ricerca dell’Università del Kansas. Le calzature sono fonte di informazioni sottili e determinanti e la prima impressione che ci facciamo di una persona tiene in conto, al di là dei tratti somatici, proprio loro». Considerato che i dress code sono stati amabilmente spazzati via dalla voglia di personalizzare il proprio look, per scegliere cosa calzare conta solo il comfort e chi si vuole essere in quel momento. Le sneaker sono un jolly, ormai vanno un po’ con tutto. «Questi modelli sono sicuramente il grande fenomeno in tema piedi degli ultimi anni - afferma Gallavotti - La velocità del vivere produce un’ansia terrificante e, allora, nasce la voglia di stare comodi. Il fattore interessante è come si presenta ora questa calzatura: massimalista, decorata, magari con fibbie gioiello o con plateau. È un classico fenomeno della moda, che nei periodi di crisi come quello attuale va in direzione opposta a quella della società e, quindi, mette in vetrina calzature ricche e votate all’eccesso». E un po’ oltre i limiti spinge anche lo stivaletto di Fendi, dorato e con tacco a prova di forza di gravità. Se non ci sente pronte ad affrontarci lunghe camminate, si possono scegliere per una giornata in ufficio, alla scrivania. Da abbinare con un paio di pantaloni maschili a sigaretta, ma che lascino in vista la caviglia e tutta l’architettura della scarpa, da indossare sempre e solo con un impercettibile fantasmino. Per la passeggiata, l’incontro con gli amici o un po’ di shopping (anche di altre calzature) meglio non esagerare. Quindi, l’opzione è tra una slingback flat e un tacco alto, ma largo e, quindi, in grado di dare appoggio e stabilità. Infine, per una serata in cui sapete che avrete sempre una sedia o un divano su cui contare e nessun sampietrino in vista, via di stiletto gioiello. «Le altezze sottili e smisurate - conclude Gallavotti - hanno subito un duro colpo, ma resistono perché slanciano la gamba e donano grazia al piede femminile». Per qualche ora, per un evento in cui si vuole brillare si può anche accettare la sfida del tacco 12, insomma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

LA SCELTA

1) Là dove osano le aquile. E anche i vostri amati piedi.

Niente panico per le altezze di tutto rispetto. Il tacco 10 è portabile con disinvoltura, soprattutto quando è leggermente angolare e, per leggi della fisica, supporta meglio il peso e il passo. Il sandalo (e la gamba) risulta ancora più slanciato dalla sfera ricoperta di cristallo che spunta tra due ali di plexiglass, in grado di donare l'effetto nudo. Il cinturino in pelle completa questa scarpa frutto della collaborazione di due maiosn.

Jimmy Choo/Mugler 1495 euro 

2) Un classico senza tempo

Le slingback, ovvero le scarpe con la punta chiusa e il tallone aperto, sono sempre piaciute molto a madame Chanel, che usava anche alcuni accorgimenti per allungare la gamba. La certezza è che sono pratiche ed eleganti e si possono calzare a piede nudo o con una calza appariscente e fantasiosa. Questo modello che sa di primavera è in grosgrain scuro vivacizzato da una grande camelia bianca a contrasto sulla punta.

Chanel, 870 euro 

3) Come una caramella

Colore, tanto colore e gioia di vivere e di passi leggeri e sicuri con queste scarpe che vivono di deliziosi contrasti. Il cinturino regolabile alla caviglia, la punta tonda e il tacco di 9 cm, fasciato in palle vernice, ma largo, e quella nuanca delicata le fanno apparire, a prima vista, come un paio di calzature rivestite di una fanciullesca innocenza. Ma quella borchia centrale, squadrata, caparbia e in ottone effetto anticato, omaggio al bugnato romano, dona un tocco punk inaspettato. Per chi ha un bel caratterino.

Valentino Garavani, 720 euro 

4) Potere dell'aerodinamica. Impossibile passare inosservate

E, quindi, è consigliabile scegliere un look minimal da abbinare a questo stivaletto, che, tanto per cominiciare, è in nappa dorata. Punta arrotondata, zip laterale all’interno con anello Fendi O’Lock, ma quello che colpisce di più è il tacco ingegneristico e scultoreo, che è una F diagonale in metallo color oro. Basta prenderci la mano o, meglio, il piede e il gioco è fatto. Per temerarie delle altezze spregiudicate.

Fendi, 1550 euro 

5) Voglia di primavera

Sneaker sì, ma con allegria e giocando con le nuance. Questo modello può essere abbianto a un outfit prettamente sportivo, come leggings, tuta o jeans, ma può dire la sua anche con un bel paio di pantaloni maschili scuri. La tomaia è in pelle verniciata, H ondulata in suede, inserti in rete tecnica e dettagli in tessuto effetto scuba e pelle con finish perlato. Suola in gomme con fussbett in memory foam. Il tutto declinato in viola, avorio e bianco.

Hogan, modello H597, 390 euro

Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio, 10:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA