Capelli, lop bob e shag: ragazze è l'ora di darci un taglio

Capelli, lop bob e shag: ragazze è l'ora di darci un taglio
di Veronica Timperi
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 15:05 - Ultimo aggiornamento: 13 Aprile, 10:21

Immancabili i buoni propositi, la voglia di cambiamento, un taglio con il passato. Sempre così con il nuovo anno: con i coiffeur a prendere forbici e campionario delle nuances per i veri stravolgimenti, soprattutto se nel frattempo la vita ci ha messo lo zampino e si ha bisogno di mettere un punto e a capo, anche per quanto riguarda il proprio hair look. Un po’ come è successo nelle ultime settimane a due donne amatissime della tv: Michelle Hunziker che, ancor prima di annunciare la separazione dal marito Tomaso Trussardi ha sfoggiato un morbido e lungo caschetto, e Belen Rodriguez che, tornata single, ha cambiato la sua immagine con una frangia perfetta, in pieno mood con le attuali tendenze.

I MODELLI

 Sono proprio le star - nostrane ed internazionali - i modelli da seguire in fatto di hair cut. E allora largo alle pagine strappate dai giornali che le ritraggono o alle immagini, salvate sullo smartphone, con attrici, top model, cantanti ed influencer più cool del momento. Trend vuole che il protagonista sia, ancora una volta, l’intramontabile bob, in tutte le sue infinite varianti, che lo rendono moderno, chic e sbarazzino allo stesso tempo. La novità è la versione corta e sfilata, il Lop bob: in sostanza più corto di un caschetto, ma più lungo di un pixie, ideale per capelli lisci. In realtà è un taglio che affonda le sue origini negli anni ‘20 e ‘30 del secolo scorso ed era particolarmente in voga tra le flapper girls. «È un hair cut perfetto per esaltare i lineamenti senza essere particolarmente impegnativo, soprattutto perché si presta a molte interpretazioni», racconta Cristiano Russo, coiffeur della Capitale, con i suoi saloni di Via Frattina e Parioli. «Molte clienti si orientano però sulla variante lunga del bob classico, il lob. Può essere più o meno simmetrico, liscio o mosso, con frangia o senza. Essendo un taglio morbido, si creano delle onde molto belle che permettono di giocare con una colorazione multi sfaccettata e ricca di riflessi». Versatile, moderno e con un tocco rock irresistibile, invece, forse perché proviene direttamente dagli anni ‘70 e ‘80, è lo shag, un taglio scalato, dalle lunghezze irregolari. In inglese il termine “shaggy” significa arruffato, ruvido, ispido e richiama proprio l’effetto che si ottiene con la scalatura a più livelli. Questo hairstyle gioca sulle sovrapposizioni tra lunghezze diverse e su una forte scalatura interna che non rispetta le stesse regole del caschetto.

IN PASSERELLA

 Per Alfredo Napolitano, fondatore del salone “Al 50 Hair Bar” di Milano, con un lungo percorso nella moda, «lo shag è quello che secondo me, attualmente va per la maggiore, anche perché è il più versatile e si adatta molto bene a quasi tutte le tipologie di capelli, lisci, mossi, fini e grossi, e riesce ad essere rivisitato anche per coloro che hanno la chioma riccia». Se finora si è parlato di capelli a caschetto o comunque di media lunghezza, le più audaci che sentono il bisogno di dare un taglio netto col passato possono optare per il pixie cut, un corto pieno di fascino e glam. «In questo momento c’è molta richiesta di questo tipo di tagli sfilati che, sebbene corti, hanno il potere di esaltare la femminilità della persona: con essi si può lavorare di più sulla geometria del viso in modo da valorizzarne la forma», spiega Loris Rocchiccioli, hairstylist milanese da più di 20 anni impegnato a creare gli hair look per sfilate e campagne moda. E poi: frangia, sì o no? La risposta, che mette d’accordo i coiffeur, da Roma a Milano, è decisamente sì, rigorosamente lunga almeno fino all’incavo del naso, magari da portare con una piega beach wave. «È attualissima la versione a tendina, curtain bangs, un tocco di freschezza che dona sottraendo», dichiara Roberto Carminati, hairstylist romano sotto le cui mani passano le chiome delle star italiane. «Più o meno sfilata la frangia con i volumi e le sue lunghezze, dà risalto alle linee orizzontali del viso e regala il meritato fascino allo sguardo, che di questi tempi è decisamente il punto focale del volto». 

Capelli quasi retrò per Jessica Alba

Retrò ma modernissimo e soprattutto dinamico e deciso. Il lop bob, versione micro e sfilata del caschetto scelto da Jessica Alba (sopra nella foto) ma, ultimamente anche da altre celebs, ha il suo punto focale nel volto, enfatizzato da una forma che può essere più o meno definita, ma che sempre evidenzia in primo piano bocca e zigomi, specie quando è molto corto come in questo caso.

Irina Shayk, sofisticata e sbarazzina

Elegante, raffinato e sempre moderno. Il pixie cut sfoggiato da Irina Shayk (nella foto al Met Gala) lo scorso settembre è sofisticato e allo stesso tempo sbarazzino. Caschetto cortissimo sempre molto richiesto. Tante le star: dall’antesignana Audrey Hepburn a Mia Farrow, passando per Twiggy, Anne Hathaway, Michelle Williams, Katy Perry, Goldie Hawn, fino a Rihanna.

Frangia bottleneck per Halle Berry

Taglio scalato e colpi di sole perfetti, ma il tocco in più dell’hair look di Halle Berry (nella foto) è la frangia, nella versione bottleneck, a collo di bottiglia, portata a tendina su una piega effetto beach waves naturale. Questa frangia forma una grande C sulla fronte, è più corta al centro, si fa più lunga e più curva ai lati degli occhi per arrivare fino agli zigomi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA