Incontro tra Regione Marche
e Alleanza Cooperative Italiane

Martedì 3 Dicembre 2013
Incontro tra Regione Marche e Alleanza Cooperative Italiane
ANCONA - Emersa dal confronto fra Agci, Confcooperative, Legacoop Marche con gli assessori Viventi e Mezzolani, la volont di una riforma complessiva del sistema e, nell’immediato, l’emanazione del tariffario delle prestazioni delle cooperative sociali. Riaprire il confronto con la Regione Marche sui temi del welfare. Questo il tema centrale dell’incontro avvenuto, nella sede della Giunta regionale, fra i rappresentanti dell’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative, Legacoop Marche, l’assessore ai Servizi sociali, Luigi Viventi, e quello alla Sanità, Almerino Mezzolani. La crisi in atto, hanno sottolineato i cooperatori, ha avuto forti ricadute sul sistema dei servizi sociali e socio-sanitari. Per questo è oggi indispensabile avviare la loro profonda revisione, con l’obiettivo di coniugare l’universalità con l’equità, l’integrazione sociale con la sostenibilità. Un passaggio delicato, è stato condiviso nel confronto, che richiede la partecipazione responsabile degli attori sociali, in primis il sistema della cooperazione sociale, che gestisce i servizi socio-sanitari e gli inserimenti lavorativi.



Dall’incontro, cui hanno partecipato Stefano Burattini, presidente Agci Marche, Mauro Scattolini e Gabriele Darpetti, direttore Confcooperative Marche e responsabile Federsolidarietà Confcooperative Marche, Franco Alleruzzo, Amedeo Duranti e Fabio Grossetti, presidente Legacoop Marche, presidente Legacoopsociali e coordinatore Legacoop Marche, è emersa la decisione di avviare, da gennaio, un tavolo permanente tra Aci Marche, assessorato regionale ai Servizi sociali e alla Sanità per affrontare temi riguardanti il welfare marchigiano relativi alla cooperazione sociale. Oggi c’è, infatti, la necessità di un sistema sociale che risponda ai nuovi bisogni e alla nuova realtà che, allo stesso tempo, faccia i conti con le risorse a disposizione, comprese quelle economiche. La cooperazione può attivamente contribuire a tutto questo. Nella riunione è stato anche deciso di redigere il tariffario delle prestazioni delle cooperative sociali, uno strumento indispensabile per la definizione del costo dei servizi e, di conseguenza, degli appalti. Ultimo aggiornamento: 11:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA