Umani Ronchi, un altro show in America: “The Wine Advocate” sceglie le bottiglie della cantina di Osimo

Giovedì 15 Aprile 2021 di Andrea Fraboni
Umani Ronchi, un altro show in America: “The Wine Advocate” sceglie le bottiglie della cantina di Osimo

Le Marche vanno forte negli Usa. Un’immagine che si consolida grazie anche ai grandi vini prodotti. L’americana The Wine Advocate, tra le riviste di vino più influenti al mondo, ha scelto la cantina Umani Ronchi per raccontare le Marche e le sue produzioni enologiche. 

 

 
La benedizione del guru
Monica Larner, corrispondente italiana per la testata di Robert Parker, considerato il guru della critica enoica, ha dedicato uno speciale focus all’azienda vitivinicola con sede ad Osimo nell’ambito di un reportage sulla regione. Nel suo viaggio la giornalista ha degustato le etichette simbolo di Verdicchio, Rosso Conero e Pecorino, prodotte con cura e artigianalità dalla famiglia Bianchi Bernetti. Grande accoglienza è stata riservata alla selezione di otto vini, che la Larner ha assaggiato e recensito, assegnando valutazioni eccellenti, comprese tra i 90 e i 95 punti. Un nuovo prestigioso riconoscimento per Umani Ronchi, già inserita da Wine Spectator, altra autorevolissima testata internazionale del settore, nel club delle prime 34 eccellenze 2021 del Belpaese. 


La soddisfazione
«Siamo onorati - dice Michele Bernetti, titolare di Umani Ronchi – che The Wine Advocate ci abbia scelti per rappresentare le Marche del vino all’interno del servizio dedicato alla nostra regione. Questo reportage testimonia come il nostro territorio sia sempre più attrattivo agli occhi di un pubblico internazionale. Naturalmente, siamo onorati per le ottime recensioni ottenute dai nostri vini, che premiano un lavoro di squadra, frutto della passione e della professionalità di tutto il nostro team». Tra i punteggi assegnati, spiccano il Campo San Giorgio 2016 e il Pelago 2016, che hanno ottenuto rispettivamente 95 e 94+ punti. Il Vecchie Vigne 2018 si è aggiudicato invece 93 punti, così come il Montepulciano d’Abruzzo Centovie 2015.


Marche in primo piano
«Distanze, destinazioni e città nelle Marche - ha sottolineato Monica Larner da Los Angeles - sono costruite a misura d’uomo, luoghi accessibili anche a piedi. Infatti le Marche sono una delle migliori destinazioni italiane per chi ama fare passeggiate di lunga distanza. Hotel, ristoranti e luoghi di incontro sono numerosi e distribuiti uniformemente». Oggi (ore 18), Monica Larner intervisterà Michele Bernetti sul canale Instagram di The Wine Advocate (@wine_advocate).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA