Spesa, spostamenti, bar, sport e tutto quel che serve per capire cosa è permesso e cosa non si può fare con il coprifuoco: ecco le 20 situazioni chiave

Venerdì 6 Novembre 2020
Spesa, spostamenti, bar, sport e tutto quel che serve per capire cosa è permesso e cosa non si può fare con il coprifuoco: ecco le 20 situazioni chiave

Siete pronti? Ecco che la vita cambia di nuovo. Limitazioni, divieti, orari e una lunga serie di situazioni da tenere a mente. Ecco un vademecum con venti domande e altrettante risposte.

 

Quando entra in vigore e quando scade il nuovo Dpcm?

Entrerà in vigore da oggi e scadrà il 3 dicembre.

 

Ci si può spostare liberamente? 

Sì, durante la giornata. Ma dalle 22 alle 5 scatta il coprifuoco.

 

Si può uscire dopo le 22?

Soltanto per «comprovate esigenze», dunque per motivi di lavoro, salute ed emergenze.

Si deve avere l’autocertificazione?
Sì, il modulo va compilato con le generalità e il motivo dello spostamento e consegnato in caso di controllo. Non si deve indicare il nominativo delle persona da cui si va, per rispetto della privacy. 

Il modulo è già disponibile?
Sì, sul sito del Viminale. Si tratta di un modello standard - che avranno a disposizione tutte le pattuglie delle forze di polizia - dove i cittadini dovranno indicare i motivi dello spostamento.

Come verranno fatti i controlli?
A campione. Chi non riuscirà a dimostrare il motivo indicato nell’autocertificazione verrà denunciato. 

Quali sono i provvedimenti per la scuola? 
Didattica a distanza al 100% per le scuole superiori: per le scuole elementari e medie e per i servizi all’infanzia, attività in presenza ma con uso obbligatorio delle mascherine, salvo che per i bimbi al di sotto dei 6 anni. 

Si faranno i concorsi pubblici e privati? 
Sospeso lo svolgimento dei concorsi, tranne quelli per via telematica e su base curricolare. 

I bar sono aperti? 
Sì i bar si possono frequentare, ma non oltre le 18, l’orario di chiusura. Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti. 

E i ristoranti?
Sì, fino alle 18 e non oltre. Dopo le 6 di sera è consentita la consegna a domicilio e fino alle 22 si può prendere cibo da asporto, che però non può essere consumato nelle vicinanze dell’esercizio commerciale o comunque all’aperto. È consentita la ristorazione anche la domenica a pranzo. 

È consentito visitare un museo? 
No, i musei e le mostre sono chiusi, come cinema e teatri. 

Si può andare al centro commerciale?
Nei giorni feriali sì, mentre saranno chiusi il sabato, la domenica e nei giorni festivi. Farmacie, tabaccherie, edicole e alimentari che si trovano all’interno dei centri commerciali resteranno aperti.

Si può andare al supermercato?
Sì, i supermercati resteranno sempre aperti.

Ci sono limitazioni per pranzi e cene da amici e parenti? 
Non è previsto un divieto specifico, ma il premier Conte ha raccomandato di non andare a trovare persone non conviventi perché gli incontri nelle abitazioni «sono occasione di contagio, si creano condizioni di pericolo». 

Si possono prendere l’autobus o il treno?
Sì, ma la capienza è stata ridotta del 50%. 

Meglio circolare poco?
È fortemente raccomandato di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

Si può andare a correre?
È consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri per l’attività sportiva e di almeno 1 metro per ogni altra attività.

Si può andare a fare una pedalata in bici?
Sì, mantenendo sempre la distanza di sicurezza. Sono sospese invece le attività di palestre, piscine, centri benessere e centri termali. 

Si possono usare le slot machine?
Vengono chiusi i “corner scommesse e giochi” nei bar e nelle tabaccherie.

Si può pensare alla propria bellezza?
Sì, restano aperti parrucchieri e centri estetici. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA