Matteo Ricci, sindaco di Pesaro: «Bene Letta e Di Maio, Salvini un disastro»

Lunedì 31 Gennaio 2022 di Simonetta Marfoglia
Matteo Ricci

PESARO - Sui social dove di tutto resta traccia, la sera del 23 agosto Matteo Ricci twittava: «Mattarella, uno dei presidenti migliori di sempre, mi auguro che resti anche dopo la scadenza del suo mandato». Era la notte del Gala del Rof, del trittico in piazza del Popolo tra sindaco, Liliana Segre e l’uomo del Colle.

 

Quell’appello a botta calda forse non è stato del tutto indolore - con mugugni su galatei istituzionali non rispettati dato che Ricci è anche presidente Ali e coordinatore dei sindaci Pd - ma oggi consente al sindaco di fregiarsi di una certa lungimiranza. «Abbiamo tirato un sospiro di sollievo - argomenta - l’accoppiata Draghi-Mattarella ha una grande forza, è una spinta alla fiducia. Non posso dire lo stesso dello spettacolo della politica. È stato deprimente. Nella mia classifica di vincitori e vinti Salvini ha fatto un disastro mentre Letta e il Pd sono stati responsabili. Bene anche Di Maio e Renzi. Adesso ripartiamo: le priorità di Draghi sono Covid, inflazione e Pnrr mentre il Parlamento deve rigenerarsi. Il sistema politico è scoppiato. Via a una stagione di riforme mettendo mano alla legge elettorale: penso a un sistema proporzionale alla tedesca con sbarramento al 5% per più governabilità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA