Plastic Tax, nel mirino 497 aziende marchigiane con 9182 addetti

Venerdì 8 Novembre 2019
Plastic Tax, nel mirino 497 aziende marchigiane con 9182 addetti

ANCONA - “Colpirà 497 aziende marchigiane,la famigerata plastic tax. Imprese che danno lavoro a 9.182 addetti” Lo afferma la Cna Marche, che ricorda come in Italia le aziende produttrici di buste e contenitori di plastica in attività sono 9.909 con 162.171 occupati. Il 28,8 per cento di imprese del settore della plastica, secondo il Centro Studi Cna Marche, si trova nella provincia di Ancona, seguita da Pesaro e Urbino con il 26,3 per cento e Macerata con il 23,7. Impatto minore a Fermo dove è in  attività il 13,8 per cento delle imprese  e ad Ascoli Piceno, dove sono appena il 7,4 per cento.

L’Europa e il mare da proteggere. Le Marche sempre ferme al palo

Il piccolo polpo dice addio alla plastica e torna nella conchiglia

“La Plastic tax, ovvero la tassa sugli imballaggi in plastica,”  precisa la Cna “non sembra rispondere a una svolta green, piuttosto è un aggravio fiscale senza un reale beneficio.”

Secondo la CNA regionale “colpire indifferentemente tutti i prodotti senza alcuna distinzione sulla base delle potenzialità in termini di nuova valorizzazione, attraverso riciclo e recupero, del bene tassato, né per quelli che contengono materiale riciclato, è una misura che si muove in chiara controtendenza rispetto alla volontà dichiarata di sostenere l’economia circolare. Senza contare, poi, che sugli imballaggi in plastica già oggi gravano prelievi ambientali come il contributo Conai, che finanziano positivamente raccolta e riciclo. Contributo che, peraltro, viene già applicato in misura differenziata proprio in base alle caratteristiche ambientali dell’imballaggio”.

Alla fine a pagare saranno i consumatori. Secondo l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, ricorda la Cna,  è ipotizzabile che la tassa possa essere scaricata in larga parte sui prezzi finali dei prodotti e ogni famiglia si potrebbe trovare di fronte a un aumento della spesa di circa 140 euro all’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA