Passeggiate ed escursioni, 45 itinerari da scoprire. In edicola con il Corriere Adriatico il libro dell’architetto Alberico Alesi

Il volume propone percorsi alla portata di tutti

Passeggiate ed escursioni, 45 itinerari da scoprire. In edicola con il Corriere Adriatico
Passeggiate ed escursioni, 45 itinerari da scoprire. In edicola con il Corriere Adriatico
di Edoardo Danieli
3 Minuti di Lettura
Martedì 28 Maggio 2024, 02:20 - Ultimo aggiornamento: 13:53
ANCONA Le escursioni vanno affrontate con le dotazioni corrette: abbigliamento, cibo e acqua, allenamento, curiosità ma soprattutto con la guida giusta. Perciò se volete conoscere alcuni tra gli itinerari più belli delle Marche mettete nello zaino il libro “Passeggiate ed escursioni nelle Marche”, di Alberico Alesi, edizioni Grifo, in edicola fino al 30 giugno con Corriere Adriatico a soli 9,80 euro più il prezzo del quotidiano. 


Il Cai di Ascoli


Alesi, architetto, past president della sezione ascolana e della delegazione regionale Marche del Cai, alpinista, escursionista, editore, scrittore ha due grandi passioni: la montagna e la divulgazione che, in questo volume, trovano una piena esemplificazione. 
Spiega l’autore nell’introduzione: «Molte parti del territorio marchigiano risultano protette da parchi e riserve naturali, nazionali, regionali e statali, per una superficie complessiva di circa 90mila ettari, che sfiora il 10% del territorio regionale, obiettivo nazionale. Parliamo di ben 13 aree tra cui 2 parchi nazionali (Monti Sibillini e Gran Sasso e Monti della Laga): è su queste aree che si svolgono in gran parte le escursioni di questo libro». Si tratta di 45 destinazioni con itinerari alla portata di tutti con tracciati Gps e Qr code per raggiungere i luoghi di partenza. La raccolta è solo un invito a cominciare a conoscere il nostro territorio, con particolare riferimento alla dorsale appenninica. Osserva Alesi: «Chi volesse davvero anche solo avvicinarsi alla completezza dovrebbe fare i conti con più di un migliaio di percorsi, senza contare quelli mai catalogati e non ufficiali, ma non per questo meno interessanti».


L’accessibilità


Non c’è dunque alcuna pretesa di esaustività: la scelta è limitata ad itinerari accessibili alla maggioranza delle persone che non abbiano impedimenti di carattere fisico. «Ho cercato di condurre, quando possibile, sulle vette del nostro Appennino. Cioè quando una strada, percorribile da normali auto, permette di alzarsi di quota, ho proposto l’escursione alla cima», dice ancora l’autore. In sostanza, per percorsi in salita o che raggiungono una vetta, c’è un massimo di 500 metri di dislivello, o poco più. Il che significa, per un normale escursionista, meno di un’ora e mezza di cammino in salita. Molto ricca e sempre interessante anche la parte pratica che Alesi trasmette: riguarda la segnaletica; il meteo e le stagioni più propizie; le buone pratiche per lo smaltimento dei rifiuti; la necessità, specie per i più inesperti, di fare ricorso a guide specializzate per evitare brutte sorprese; i consigli su come vestirsi e la sicurezza che comincia dall’avere un telefonino ben carico. Gli itinerari sono divisi per provincia; a completare il volume, in conclusione, anche una visuale sui cammini delle Marche. Una guida che non mancherà di interessare i marchigiani, che avranno l’occasione di conoscere in maniera più approfondita il proprio territorio, e che non deve mancare a tutte le persone che come turisti si avvicinano a conoscere l’emozione Marche. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA