Meteo, arriva il maltempo. Perturbazioni atlantiche investiranno l'Italia portando piogge e neve, anche a quote basse. Ecco dove e quando

Giovedì 21 Gennaio 2021
Il grafico con le previsioni di 3bmeteo.com

ANCONA - Torna il maltempo, il sole di questi ultimi giorni sulle Marche cede il passo alle perturbazioni. Fin da oggi il tempo sarà spesso instabile, a tratti perturbato, specie al Nord e sul versante tirrenico. Nevicate su Alpi e poi Appennino. Attenzione poi al vento forte.  Ma vediamo le previsioni di Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com.

 

 

ARRIVA IL MALTEMPO ATLANTICO

«Nei prossimi giorni tornano piogge, rovesci e venti anche forti sull’Italia – conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara –. Un vasto ciclone freddo abbraccerà gran parte dell’Europa coinvolgendo nelle proprie spire anche il nostro Paese, dove sono attese due perturbazioni. La prima ci interesserà tra giovedì e venerdì, determinando piogge e rovesci soprattutto al Nord, Toscana, Umbria e Lazio; più ai margini il versante adriatico e il resto del Sud con precipitazioni più occasionali e maggiore spazio per schiarite. La neve cadrà sulle Alpi inizialmente dai 300-600m ma in rialzo a 500-1000 metri; sul Piemonte potremo invece avere a tratti neve a quote collinari. Neve anche sull’Appennino centro-settentrionale mediamente oltre i 1000-1500 metri».

WEEKEND CON ROVESCI, TEMPORALI E NEVE

«Nel weekend faremo i conti con un secondo impulso perturbato – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – che porterà piogge e rovesci questa volta soprattutto al Centrosud. In particolare sul versante tirrenico potremo avere rovesci e temporali talora di forte intensità; coinvolte anche Sardegna e, seppur in modo più marginale, la Sicilia. Il Nord invece vedrà meno precipitazioni (più incisive sull’estremo Nordest), con frequenti momenti asciutti e spazio anche per delle aperture soprattutto sul Nordovest. La neve cadrà ancora sulle Alpi questa volta soprattutto confinali, inizialmente dai 700-1100m, successivamente in calo. Neve sull’Appennino, specie centrale, mediamente dai 1100-1500m, a quote superiori su quello meridionale».

ATTENZIONE AL VENTO FORTE

«Le prossime giornate saranno assai ventose su gran parte d’Italia, in particolare quelle di venerdì e di domenica, con venti a tratti forti dapprima di Scirocco e Libeccio, poi di Ponente e Maestrale. Sul Tirreno e tra Sardegna e Sicilia previste raffiche anche di oltre 70-80 km/h così come su gran parte dell’Appennino, con possibili locali disagi e mareggiate sulle coste più esposte» conclude l'esperto di da 3bmeteo.com.

 

GUARDA LE PREVISIONI GIORNO PER GIORNO

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA