Un assaggio d'estate ma poi arrivano freddo e temporali: scopri quando e dove

Un assaggio d'estate ma poi arrivano freddo e temporali: scopri quando e dove
Un assaggio d'estate ma poi arrivano freddo e temporali: scopri quando e dove
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Maggio 2020, 15:04

ANCONA - Un assaggio d'estate, nei prossimi giorni, ma poi un brusco abbassamento della temperatura con piogge e temporali anche sulle Marche. E' lo scenario a breve termine delle situzione meteo annunciato dagli specialisti di www.3bmeteo.com. “Dopo il fugace passaggio instabile di mercoledì, da giovedì rimonterà progressivamente l'anticiclone afro-mediterraneo sull'Italia - lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega - avremo dunque il ritorno a condizioni stabili e in prevalenza soleggiate su gran parte del Paese».

GUARDA LE PREVISIONI

«Le temperature saranno in aumento, tanto che entro il weekend potremmo raggiungere punte praticamente estive con picchi di 27-28°C in Pianura Padana e sulle regioni tirreniche, se non localmente fino a 30°C sulle Isole Maggiori. Tuttavia l'anticiclone non durerà molto, almeno al Nord dove già domenica sera potrebbero tornare nuovi rovesci o temporali a partire da Alpi e Nordovest.”

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, il numero dei ricoverati crolla sotto quota 400. Contagi quasi a zero nel sud delle Marche

Coronavirus, il ginepraio del take away: vuoi un caffè? Solo se con brioche o tramezzino


CAMBIA LO SCENARIO

“Tra domenica notte e lunedì è atteso il passaggio di una incisiva perturbazione che porterà rovesci e temporali anche di forte intensità al Nord - avverte Ferrara - “on sono da escludersi locali nubifragi, grandinate e improvvise raffiche di vento, specie in Pianura Padana, mentre sulle Alpi le precipitazioni potranno risultare anche abbondanti. Anche il Centro verrà coinvolto, seppur più marginalmente, con piogge o temporali più probabili sulla Toscana. Martedì dovremmo ritrovare ancora dell'instabilità al Centronord con locali fenomeni alternati a schiarite, il tutto accompagnato da un netto calo delle temperature, specie al Nord con la neve che potrebbe tornare a imbiancare le Alpi”.
“Condizioni meteo-climatiche diametralmente opposte al Sud dove il tempo dovrebbe mantenersi più stabile con al più precipitazioni fugaci e sporadiche” - prosegue Ferrara - “L'anticiclone africano dovrebbe infatti spesso proteggere le regioni meridionali, con una prima fiammata calda tra domenica e lunedì e poi ancora nella seconda parte della prossima settimana: non esclusi picchi di oltre 28-30°C sulle zone interne lontane dal mare, mentre sulle coste il clima si manterrà mediamente più fresco, complice il mare ancora freddo. Di fatto lunedì ci attendiamo un divario termico notevole tra Nord e Sud Italia, con differenze anche di 15°C tra Piemonte e Puglia”

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA