Vaiolo delle scimmie, sono 650mila i marchigiani già vaccinati ed immuni

Domenica 29 Maggio 2022
Vaiolo delle scimmie, sono 650mila i marchigiani già vaccinati ed immuni

ANCONA - Incrociando l’anagrafe vaccinale con una stima della popolazione regionale, emerge come nelle Marche siano circa 650 mila le persone già immunizzate contro il vaiolo, profilassi obbligatoria fino al 1981. Per chi ha già ricevuto il vaccino, il rischio di contrarre la malattia è estremamente basso.

 

«L’immunità contro il vaiolo è persistente - rassicura, infatti, Andrea Giacometti, primario della clinica di Malattie infettive degli Ospedali riuniti di Ancona, che ha in cura il primo caso sospetto di vaiolo delle scimmie nelle Marche -. Dura tutta la vita. Quindi chi ha già fatto il vaccino, un tempo obbligatorio, è coperto». Come dimostrato anche nel caso del Covid, dunque, i vaccini si confermano un’ottima barriera per proteggere dai virus. In Italia, l’obbligo di vaccinare tutti i nuovi nati contro il vaiolo è stato sospeso nel 1977 e abolito nel 1981. Dunque restano esposti gli under 40, troppo giovani per aver ricevuto il siero. Tuttavia, nelle persone in salute, si presenta più o meno con gli stessi sintomi della varicella e, almeno per il momento, viene considerata una malattia non particolarmente patogena. Ad oggi, non viene reputato necessario vaccinare chi non è ancora coperto. Dipende tutto da come si evolverà il quadro.

Ultimo aggiornamento: 15:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA