Nelle Marche torna l'invasione degli stranieri: a giugno 60mila turisti. Ecco dove

Nelle Marche torna l'invasione degli stranieri: a giugno 60mila turisti. Ecco dove
Nelle Marche torna l'invasione degli stranieri: a giugno 60mila turisti. Ecco dove
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Luglio 2022, 18:36

Gli stranieri sono tornati nelle Marche. E si vede. A giugno oltre 60mila turisti stranieri hanno trascorso le vacanze nelle Marche, per un totale di 280mila pernottamenti, con una media di quattro giorni di presenza. La prima estate senza limitazioni anti Covid ha spinto tanti vacanzieri in regione che si è tradotto in un indotto non indifferente per il settore alberghiero ma anche per quello della ristorazione, con visite a città e borghi d’arte. Sono stati superati anche i dati del 2019, ultimo anno prima del Covid. Lo rende noto Cna Marche, sulla base di una indagine di Cna Commercio e Turismo. Due terzi dei turisti hanno privilegiato le strutture alberghiere mentre il restante terzo si è diviso tra Bed & Breakfast e agriturismi.

I turisti stranieri sono tornati nelle Marche

«Sono tornati gli stranieri  - afferma Emanuela Leli, titolare del rifugio La Capanna, a Pintura di Bolognola, sui monti Sibillini -  soprattutto olandesi e inglesi, che hanno superato i numeri del 2019. Tutto esaurito anche nell’altra attività che gestisco sulle rive del lago di Fiastra. In media il 70 per cento dei miei clienti è straniero, in cerca del fresco dei 1.380 metri del rifugio e di prodotti enogastronomici che offre il nostro territorio.  Molto buone anche le prospettive per luglio mentre per agosto non abbiamo ancora il tutto esaurito». Dai monti al mare la situazione non cambia. «È stato un giugno come non si vedeva da anni - commenta soddisfatto Federico Cavallaro, titolare dell’Hotel City a Senigallia - a dimostrazione del fatto che la gente ha voglia di uscire e divertirsi. Da noi la clientela è soprattutto italiana. A giugno abbiamo ospitato solo alcune famiglie straniere. Positivo anche il fatto che quest’anno la stagione è cominciata prima. Già a marzo e aprile sono cominciate ad arrivare le prenotazioni mentre negli anni scorsi non si è mosso niente fino a giugno. Anche per luglio e agosto abbiamo già tante prenotazioni e ottime prospettive, con in crescita anche i turisti stranieri».

In spiaggia turismo “mordi e fuggi”

In spiaggia è turismo mordi e fuggi.  «Sulle nostre spiagge - sostiene Sabina Cardinali titolare dei Bagni Tino a Pesaro - le presenze turistiche si sono concentrate soprattutto nei fine settimana, tra il venerdì e la domenica. Ci aspettiamo una forte crescita di turisti balneari tra luglio e agosto. Per quanto riguarda gli stranieri abbiamo notato il ritorno degli statunitensi ed una buona presenza di tedeschi e francesi. Ci aspettiamo che presto arriveranno anche turisti olandesi e del Nord Europa. Purtroppo mancano i russi, che erano una fetta importante del turismo pesarese». Nelle Marche le imprese impegnate nelle attività dei servizi di alloggio e ristorazione sono 9.738 di cui 8.378 nella ristorazione e 1.400 nell’alloggio. Gli addetti sono 48.462 di cui oltre 40 mila nella ristorazione e 8.400 nell’alloggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA