Dalle Grotte di Frasassi a Loreto, dieci progetti per il turismo doc. I Comuni che avranno accesso ai fondi per 900mila euro

Giovedì 30 Luglio 2020 di Maria Teresa Bianciardi
L'interno delle Grotte di Frasassi
ANCONA - Dieci progetti turistici e 900mila euro a disposizione per sostenerli. È l’impegno finanziario deciso dalla giunta regionale per far fronte ad una stagione anomala dettata dall’emergenza Covid: dieci le eccellenze su cui puntare e gli interventi selezionati dal governo marchigiano. L’impegno economico più cospicuo - 130mila euro - andrà alle grotte di Frasassi perché la pandemia ha praticamente azzerato i flussi turistici a fronte di una media annuale di 250mila presenze. Un danno incalcolabile.

 

Il sostegno
Inoltre il Consorzio dovrà mettere in sicurezza i luoghi da visitare e di sviluppare una campagna promozionale efficace per attrarre i turisti nazionali, ad iniziare da quelli delle Marche, con un esborso economico che tra spese e mancati introiti si aggira tra  i 500 ed i 700 mila euro. Un impegno di circa 120mila euro è stato calcolato per i servizi di promozione e di comunicazione durante le tappe della Tirreno-Adriatica: l’iniziativa si pone il preciso obiettivo di rilanciare in una dimensione nazionale ed internazionale i nostri territori.

Le sfide
Altri 110mila euro saranno ripartiti tra i Comuni sedi di arrivo di tappa (20mila euro ai Comuni sede di partenza e 10mila a quelli passaggio  di tappa). Trecentomila euro equamente suddivisi per il sostegno delle Pro loco, la valorizzazione della fisarmonica e la promozione degli itinerari del turismo religioso.  Quest’ultimo è uno dei cluster che più degli altri ha sofferto le conseguenze della pandemia da Covid 19. «L’ipotesi che Papa Francesco intenda prorogare a tutto l’anno 2021 il Grande Giubileo Lauretano - si legge nella delibera - è un’ ipotesi molto plausibile allo stato delle cose. Vi sono moltissimi segnali che vanno in questa direzione. Ciò rappresenterebbe per Loreto, il suo Santuario ed i dintorni, ad iniziare dai luoghi della fede, una rinascita dopo lunghi mesi di totale oblio».

Il rilancio
La ricostruzione ed il rilancio dell’offerta del turismo religioso legata a Loreto ed alle zone limitrofe, necessita quindi di una forte iniziativa che va pensata ed organizzata sia in chiave di comunicazione e di marketing, e nonché di un incremento del livello dei servizi di accoglienza, che siano distribuiti sul territorio. In particolare altri 73mila euro sono stati assegnati in favore del Comune di Loreto per attività di rilancio dell’offerta turistica. Infine 157mila euro andranno al sostegno degli Ambiti territoriali di caccia (Atc), alle aziende faunistiche venatorie senza scopo di lucro collocate in territori di particolare pregio e alle aziende agrituristico venatorie  finalizzate al recupero ed alla valorizzazione delle aree agricole, in particolare di quelle montane e svantaggiate, attraverso l’organizzazione dell’attività venatoria che può fornire un valido supporto per l’integrazione del reddito di impresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA