Terremoto, sciame senza fine: dopo le scosse dei giorni scorsi, questa mattina sveglia da 2.9

Terremoto, sciame senza fine: un'altra notte di scosse nelle Marche e sveglia di Magnitudo 2.7
Terremoto, sciame senza fine: un'altra notte di scosse nelle Marche e sveglia di Magnitudo 2.7
2 Minuti di Lettura
Sabato 12 Novembre 2022, 09:11 - Ultimo aggiornamento: 13 Novembre, 08:56

ANCONA - Le scosse di terremoto, che già l'11 novembre erano arrivate a quota 220, continuano ancora: non si ferma lo sciame sismico arrivato dal mare che spaventa le Marche, in particolare le zone costiere nel nord della regione. All'ora di pranzo di ieri (12 novembre), alle 13.47, la più forte dell'ultime ore con una magnitudo di 3.1 e un epicentro tra Pesaro e Fano a 9 Km di profondità: la zona solita, ormai. Anche questa mattina (13 novembre) nella medesima zona della costa anconetana si è registrata una scossa di magnitudo con epicentro in mare a 8km di profondità come riportato da Ingv.

 

Il campus scolastico riapre tra le scosse: «Vogliamo stare in classe ma la paura non è passata»

Sono state una ventina, infatti, le scosse di Magnitudo superiore a 2 nella notte tra venerdì e sabato, tutte con il medesimo epicentro in mare Adriatico, ad una trentina di km da Fano e 40 da Ancona e Pesaro. Le due più forti hanno scosso la movida del venerdì sera: 3.9 alle 21.41 e 3.3 alle 23.38. Ma, come ormai pare una consuetudine, un'altra scossa consistente (2.7) è stata avvertita dalla popolazione all'ora della sveglia, poco dopo le 7. Altre scosse si sono succedute in mattina: 2.1 alle 9.38, 2.0 alle 10.21 e 2,4 alle 12.03.

Riaperte, tranne qualche istituto ancora oggetto di verifiche, le scuole di Pesaro ed Ancona, mentre diversi danni sono stati registrati in alcune chiese, in particolare dopo le scosse che hanno inaugurato lo sciame lo scorso 9 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA