Si è spento il cardinale Sgreccia
Fu uno dei padri della bioetica

Si è spento il cardinale
Sgreccia. ​Fu uno
dei padri della bioetica
È morto il cardinale Elio Sgreccia, è stato tra i maggiori bioeticisti a livello internazionale. Nato a Nidastore, frazione di Arcevia in provincia di Ancona nel 1928, domani avrebbe compiuto 91 anni. Papa Giovanni Paolo II lo elesse vescovo il 5 novembre 1992 e gli affidò la sede titolare di Zama minore. Fu consacrato il 6 gennaio 1993, nella solennità dell'Epifania insieme ad altri dieci presbiteri, dallo stesso papa Wojtyła.  Nel 2001 Sgreccia fu un componente della Commissione delle linee guida nell'ambito della consulenza e dei test genetici per il ministero della Salute.
Dal 2003 è presidente della Federazione Internazionale dei Centri e Istituti di Bioetica d'Ispirazione Personalista, mentre dal 2004 è presidente della Fondazione Ut Vitam Habeant e dell'Associazione Donum Vitae. Dal 3 gennaio 2005 al 17 giugno 2008 è stato presidente della Pontificia Accademia per la Vita, dalla quale si è dimesso per raggiunti limiti di età e di cui rimane presidente emerito, configurandosi come portavoce delle posizioni della Chiesa su questioni etiche controverse come l'aborto, la contraccezione, l'eutanasia e la ricerca sulle cellule staminali embrionali.
Papa Benedetto XVI, in considerazione della sua generosità e dedizione nel servizio alla Chiesa, lo ha creato cardinale nel concistoro del 20 novembre 2010, assegnandogli la diaconia di Sant'Angelo in Pescheria.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 5 Giugno 2019, 16:11 - Ultimo aggiornamento: 05-06-2019 16:11

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO