Basta mascherine, il ritorno alla normalità: no a lezioni in Dad e banchi separati

Basta mascherine, il ritorno alla normalità: no a lezioni in Dad e banchi separati
Basta mascherine, il ritorno alla normalità: no a lezioni in Dad e banchi separati
di Lorenzo Sconocchini
3 Minuti di Lettura
Lunedì 12 Settembre 2022, 03:00

Alunni e insegnanti dovranno ancora indossare le mascherine?
No, l’utilizzo delle mascherine, di tipo Ffp2, è previsto solo per personale scolastico e studenti fragili, che rischiano di contrarre forme severe di Covid. Sono tenuti a indossare la mascherina anche gli alunni con sintomi lievi di raffreddore e mal di gola.

 
Chi può frequentare le lezioni?
Tutti gli alunni seguiranno le lezioni in presenza, a meno che non abbiano febbre oltre i 37,5 gradi o manifestino «sintomi compatibili con il Covid» oppure siano risultati positivi a un test. Per restare a casa non basta un semplice raffreddore o mal di gola, a meno che i sintomi non siano associati a febbre o che la tosse e il raffreddore non comportino difficoltà respiratorie.

In caso di tampone positivo quanto dura l’isolamento?
L’isolamento dura una settimana, con tampone negativo d’uscita, ma con le nuove regole sulla mini-quarantena in caso di soggetti asintomatici il periodo è accorciato a 5 giorni, ma serve sempre un test negativo, antigenico o molecolare. In caso di positività prolungata dopo due settimane (non più 21 giorni) si potrà tornare in classe anche senza test negativo. 


 Gli studenti positivi potranno seguire le lezioni da casa collegandosi in videoconferenza?
No, per gli studenti che sono costretti a casa dal Covid non sarà più obbligatorio istituire la didattica a distanza o integrata. Se un alunno si contagerà, rimarrà a casa come quando si prende un’influenza.

 Ci saranno controlli agli ingressi della scuola?
Per accedere ai locali scolastici non è prevista alcuna forma di controllo preventivo da parte delle istituzioni scolastiche.

 I banchi saranno sempre singoli e separati?
No, non si prevede né il distanziamento dei banchi, né i percorsi alternativi, né i limiti per l’attività sportiva, né gli ingressi scaglionati. Tornerà la figura del compagno di banco, scomparsa nei due anni e mezzo dell’emergenza sanitaria. 

 E se la situazione dell’epidemia peggiora?
Gli istituti scolastici dovranno essere «preparati e pronti» a riattivare le misure anti Covid utilizzate lo scorso anno: mascherine, distanziamento di almeno un metro, se possibile anche doppi turni.

I prof no Vax saranno ancora esclusi dalla cattedra? 
No, potranno tornare in servizio senza limitazioni, con la possibilità anche di stare in cattedra.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA