Le Marche dall'alto con un volo in tandem in paracadute: ecco come fare

Un volo in paracadute in tandem
Un volo in paracadute in tandem
di Véronique Angeletti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 7 Luglio 2022, 03:25

Per leggere le Marche dall’alto, ci sono diversi balconi dai panorami mozzafiato. Per citarne solo alcuni, c’è quello di Cingoli, il più celebre, quello della Torre Civica di Macerata, di Sirolo sul Conero e Fiorenzuola di Focara sul San Bartolo, od ancora i belvederi di San Ginesio sui Sibillini, di Ripatransone sul Piceno e il piccolo gioiello di Torre di Palme sulla riviera fermana.

Ma nessuno di questi incantevoli luoghi può competere con l’esperienza del volo in paracadute. Consente di vivere le Marche dall’alto, con l’adrenalina a cento e se la dropzone, ossia la zona di lancio, si trova in una posizione geografica particolare, per il paracadutista diventa un’esperienza ancora più rara.

La base operativa
Ed è proprio questo uno dei vantaggi della scuola di paracadutismo Skydive Sunrise. Ha la sua base operativa nell’aviosuperficie del fermano in località San Marco, tra l’Adriatico e la catena dei Monti Sibillini. E oltre ad essere un qualificato punto di riferimento per chi pratica la disciplina sportiva, è anche una scuola dove profani trovano istruttori qualificati con cui volare in tandem.

L’emozione
Praticamente apre le porte del cielo a chi vuole provare l’ebbrezza del volo e vivere l’emozione di un’adrenalinica discesa. «Garantiamo un divertimento in tutta sicurezza – osserva Antonio Nardelli, il coordinatore della scuola –. Capita, molto spesso, al termine del lancio, che le persone ci confessano che sia stata l’esperienza più bella della propria vita. Alcuni addirittura sostengono che è stato un momento dove hanno oltrepassato i propri limiti». Il volo dura 10 minuti e si distingue in due momenti: la caduta libera ad una velocità di 200 km/h e la lenta discesa con paracadute che varia tra 5 e 8 minuti. Il che regala l’opportunità di leggere diversamente un lembo dell’Italia Centrale. «Non è necessario avere esperienza – aggiunge Antonio -. Si tratta di un primo approccio al paracadutismo sportivo e noi di Skydive Sunrise, siamo ben consapevoli delle difficoltà di ognuno. Abbiamo imparato ad aiutare i nostri allievi a superare paure e anche vertigini. Al momento del lancio - precisa - essendo molto in alto, mancherà il senso di profondità, lo stesso che si accusa su una rampa di scale, un balcone. Ma la paura del vuoto è tale quale a quella che si prova mentre si viaggia su un aereo di linea. Garantiamo – precisa - il massimo della sicurezza con attrezzature certificate, le migliori sul mercato. Inoltre, i nostri istruttori sono altamente qualificati e hanno anni di esperienza in questo settore con oltre tremila lanci eseguiti. Ognuno è in possesso delle certificazioni rilasciate da Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) che li qualifica come istruttori di lancio tandem». L’unico limite per vivere l’emozionante esperienza è aver compiuto 18 anni o in alternativa 16 ed essere accompagnati dai genitori. Per info: www.skydivesunrise.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA