Ristoranti, bar e spostamenti: ecco cosa si può fare da lunedì e cosa è invece vietato

Sabato 27 Febbraio 2021
Ristoranti, bar e spostamenti: ecco cosa si può fare da lunedì e cosa è invece vietato

Da lunedì tutte le Marche entrano in zona arancione, ma oggi scade l’ordinanza del governatore Acquaroli che ha messo in arancione 20 Comuni della provincia di Ancona. Cosa succede domani? Sarà una domenica in giallo per tutti? 


No. La Regione Marche ha prorogato fino al 5 marzo l’ordinanza per i 20 Comuni in arancione, che resteranno tali anche domani fino all’ingresso di tutte le Marche nella fascia più ristrettiva, che avverrà lunedì.

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, boom di vittime: 16 morti in un giorno, più di metà dell'Anconetano. Calano i ricoverati/ Il contagio nelle regioni

 


 In zona arancione ci si può spostare da un comune all’altro della regione?


Gli spostamenti sono consentiti solo nell’ambito del proprio Comune tra le 5 e le 22. Non ci si può spostare da un Comune all’altro senza autocertificazione e comprovate esigenze di lavoro, necesità ed urgenza. Vietato uscire anche dalla provincia di Ancona con le medesime eccezioni. 

 

 È possibile spostarsi in questa fascia di colore per andare a trovare parenti e amici? 


È consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata dello stesso Comune, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

 Come sono organizzati gli spostamenti per i marchigiani residenti nei piccoli Comuni?


A chi vive in un Comune che ha fino a 5.000 abitanti è consentito spostarsi, tra le 5 e le 22, entro i 30 km dal confine del proprio Comune, anche per le visite ad amici o parenti nelle modalità già descritte, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.

Restano aperti in zona arancione ristoranti, pizzerie, pasticcerie e altre attività di ristorazione? È consentito il consumo di cibi e bevande al loro interno? 


No. In quest’area è sempre vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione e nelle loro adiacenze. Dalle 5 alle 22 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande, come segue: dalle 5 alle 18, senza restrizioni, dalle 18 alle 22, è vietata ai bar senza cucina. La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario.

Come è organizzata l’attività scolastica fino al 5 marzo?
Con un’ordinanza della Regione, da oggi a venerdì 5 marzo entrano in Dad al 100% tutte le scuole superiori delle Marche. Nelle province di Ancona e Macerata prevista anche la Didattica a distanza per la seconda e terza media. Tutti gli altri in presenza.

Cosa è previsto per i musei e gli altri luoghi della cultura? 
Il servizio di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura (di cui all’articolo 101 del Codice dei beni culturali e del paesaggio) è sospeso, ad eccezione delle biblioteche dove i relativi servizi sono offerti su prenotazione e degli archivi, fermo restando il rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemica.

 

Ultimo aggiornamento: 09:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA