Padre e figlia sotto lo stesso tetto ma nuclei familiari diversi: entrambi chiedono l'assegno

Mercoledì 3 Febbraio 2021
Padre e figlia sotto lo stesso tetto ma nuclei familiari diversi: entrambi chiedono l'assegno

L’uso illecito di certificati di residenza e degli stati di famiglia è uno dei filoni più comuni di uso mendace dell’autocertificazione necessaria per completare la richiesta di reddito di cittadinanza. Tra le tante storie di dichiarazioni fraudolente c’è quella di un signore che offre a un estraneo in comodato gratuito un bene immobile nel quale viveva la figlia. In questo modo, i due hanno costituito due diversi stati di famiglia ed hanno potuto presentare due domande. 

 

Un altro caso che ha dell’incredibile è quello relativo a un nucleo famigliare composto da padre, madre e figlio residenti nella stessa abitazione. Una situazione normalissima dalla quale tuttavia si riesce ad arrivare al miracolo della duplicazione dello stato di famiglia. Infatti il padre ha richiesto ed ottenuto diversa residenza nella stessa abitazione in cui ha continuato a vivere con la moglie e il figlio costituendo di fatto un diverso nucleo familiare. L’escamotage, non filtrato alla fonte dal comune che ha dato il via libera all’operazione anagrafica dopo il controllo di routine della polizia municipale, ha consentito la presentazione di una autocertificazione clamorosa. Stesso tetto ma due nuclei famigliari distinti. Uno spettacolo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA